Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenire. Con la scienza e con il cuore.

di
Pubblicato il: 24-01-2012
Sanihelp.it -
Sovrappeso e obesità. Questione di gola. Ma non solo. Quando la lancetta della bilancia va su a pesare è anche la testa.
Degli aspetti psico sociali del cibo si è parlato a lungo a Milano venerdì 20 gennaio durante il convegno organizzato dalla Lumen - Istituto di Medicina Naturale - in collaborazione con ISOGE - International School of Gynaecolgical Endescopy - e la casa di cura S. Pio X.

Il cibo inteso come legame tra gli esseri umani e la natura e lo stomaco a rappresentare il nostro cervello viscerale. «Bello da mangiare, bello da pensare» non a caso recitava Claude Lévi-Strauss.
Per guarire dalla malattia più diffusa del nostro secolo (in Italia il 9% della popolazione è obeso e gli adulti in sovrappeso sono quasi 20 milioni) sarebbe necessario dunque, oltre ad un buon piano di rieducazione alimentare, un intervento sul piano emozionale.

Utile a tal proposito la meditazione, uno dei cardini della medicina cinese. Medicina cinese che fin dai tempi antichi ha inteso il cibo come il primo trattamento da utilizzare in caso di malattia. Una sorta di farmaco naturale che, se dosato con sapienza e attenzione, sarebbe in grado di curare il corpo.

Alimentazione e psiche dunque. Ma anche cibo per la prevenzione. Strategie alimentari e malattie degenerative. Numerosi i relatori intervenuti, tra cui il dott. Sergio Chiesa (professore universitario fondatore dell’associazione «Cibo & Salute») per la parte riguardante la sclerosi multipla, il dott. Antonio Canino (medico chirurgo, specializzato in Ostetricia, Ginecologia e Anatomia Patologica) per le neoplasie dell’apparato genitale femminile e il dott. Franco Berrino (Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano) per la prevenzione dei tumori.

Tutti concordi nel sostenere l’importanza di un’alimentazione il più possibile naturale. Via libera dunque al consumo di frutta e verdura, meglio se di stagione. Ottimo il pesce, ricco di Omega 3. No ai grassi saturi e agli zuccheri vuoti. Da evitare i grassi animali. E per finire sì alla distribuzione di piccoli pasti nell’arco della giornata. Per evitare i picchi insulinici, tra le cause principali della così detta infiammazione silente.

Per riassumere in una parola: equilibrio. Nella testa e a tavola. Medicina naturale e allopatica. Insieme. Per prevenire e curare i mali del nostro secolo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti