Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Se la diagnosi di tumore non fa smettere di fumare

di
Pubblicato il: 25-01-2012
Sanihelp.it - Un'indagine del Massachusetts General Hospital dell'Harvard Medical School di Boston rivela che a una diagnosi di tumore al polmone o al colon-retto non corrisponde un abbandono del vizio del fumo in tutti i pazienti. Lo studio ha coinvolto 5.338 persone e ne è emerso che a cinque mesi dalla diagnosi, circa il 14% dei pazienti con carcinoma polmonare e il 9% di quelli con tumore colonrettale continuano a fumare nonostante l'influenza negativa delle sigarette sul buon andamento della terapia e le possibilità di sopravvivenza.

Da quanto pubblicato sulla rivista Cancer si nota anche che i fumatori incalliti che non rinunciano alle sigarette nonostante la malattia, hanno un basso indice di massa corporea, un insufficiente supporto emotivo e non hanno ricevuto chemioterapia o interventi chirurgici, sebbene abbiano prima sofferto di malattie cardiache. I pazienti con cancro colonrettale che non smettono di fumare sarebbero invece in maggioranza maschi, di poca istruzione e scarse risorse economiche.




FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti