Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Corsa

Maratona: infarti in crescita

di
Pubblicato il: 31-01-2012

Il rischio di arresto cardiaco durante una maratona è solitamente basso, ma negli ultimi dieci anni si è registrato un aumento. I risultati di uno studio.

Maratona: infarti in crescita © Photos.com Sanihelp.it - Il crescente legame tra arresto cardiaco e maratoneti è stato reso noto da uno studio americano pubblicato sul New England Journal of Medicine. I ricercatori sottolineano che il rischio è maggiore nelle maratone rispetto alle mezze maratone e interessa gli uomini in misura maggiore rispetto alle donne.

Come spiega Aaron Baggish, coautore dello studio e medico del Massachusetts General Hospital: «I risultati suggeriscono che i corridori e i loro medici devono rendersi conto che le malattie cardiache possono prendere piede anche su corridori che sembrerebbero essere il ritratto della salute. Essere un corridore è uno dei modi migliori per rimanere in buona salute e ridurre il rischio di malattie, ma ovviamente non garantisce una protezione al 100%. Le persone che riscontrano maggiori difficoltà sono quelle con disturbi congeniti o che hanno comunque sviluppato questo tipo di disturbi durante il normale processo di invecchiamento».

I risultati si basano su una banca dati che raccoglie tutte le maratone e le mezze maratone tenutesi in America da gennaio a maggio 2010, con 10,9 milioni di iscritti. Si sono registrati 59 casi di arresti cardiaci, 42 dei quali fatali; un corridore su 184.000, con un rischio di morte improvvisa di uno su 259.000. 

Il rischio di arresto cardiaco è stato di cinque volte superiore negli uomini rispetto alle donne, triplicando negli ultimi cinque anni di studio. «Una percentuale complessivamente bassa - commenta Baggish - In queste gare si cimentano anche persone precedentemente sedentarie ed è chiaro che in questi casi prevalgono i fattori di rischio cardiovascolari».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti