Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Neve e ghiaccio

Anziani a rischio cadute

di
Pubblicato il: 07-02-2012

Nel periodo invernale, a causa di neve e ghiaccio, sono ancora più frequenti le cadute degli anziani, che spesso riportano la temuta frattura del femore. Il quadro della situazione con un ortopedico romano.

Anziani a rischio cadute © Photos.com Sanihelp.it - «Rimanete tranquilli a casa, non uscite. La neve e il ghiaccio sono molto pericolosi. Gli scivoloni sono in agguato e rischiate serie fratture al femore»: a raccomandare prudenza ai più anziani è il professor Sandro Rossetti, Ortopedico Responsabile della Divisione di Ortopedia e Traumatologia dell'Ospedale San Camillo di Roma.

«Quando nevica e si forma il ghiaccio, l'asfalto ma anche un gradino o il terreno di un giardino, diventano trappole soprattutto per gli anziani che hanno difficoltà a mantenere l'equilibrio su una superficie che è compromessa, non è più liscia e presenta avvallamenti. I muscoli inoltre non hanno la stessa risposta che hanno quando sono caldi, quando cioè sono in condizioni di contrarsi più facilmente. Ogni anno, nel periodo invernale, arrivano in ospedale decine e decine di vecchietti con il femore rotto perché l'instabilità del terreno determina più facilmente lo slittamento del piede e quindi il trauma. In inverno si registra un incremento delle fratture di femore pari al 40%. Purtroppo la frattura del femore è anche una delle cause più frequenti di decesso per gli anziani. L'unico modo per salvare la vita dei nostri nonni è quello di operarli velocemente e tirarli fuori dal letto dove sono ricoverati. Il letto è il loro più grande nemico perché causa di complicanze gravi, come le broncopolmoniti, diffuse soprattutto d'inverno».

A causa di questa frattura si registrano in Italia, ogni anno, 94.000 ricoveri solo tra gli over 65 e in quasi otto casi su dieci (78%) si tratta di donne.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Asca

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti