Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Il freddo e la tavola

di
Pubblicato il: 07-02-2012

In questi giorni di freddo intenso una buona alimentazione aiuta ad affrontare meglio i rigori dell'inverno

Il freddo e la tavola © Photos.com Sanihelp.it - Il gelo ha colpito tutta l’Italia da nord a sud: il freddo crea disagio e ha aumentato il numero di persone influenzate.
Una corretta alimentazione, anche se non fa miracoli, può aiutare a meglio gestire questo difficile momento dell’inverno: innanzitutto si deve scegliere un regime alimentare equilibrato, niente abbuffate e niente stravizi alimentari, anche se è vero che l’uomo è un animale isotermico perciò quando fa freddo viene consumata più energia del solito per mantenere costante la temperatura interna.

Bisogna fare una buona e abbondante prima colazione che prevede una bevanda calda (latte, te o orzo), cereali (meglio se integrali) in modo da disporre durante tutta la mattinata di carboidrati che mantengono costante la glicemia ed evitare così cali di zucchero.
Sarebbe buona abitudine mangiare anche un frutto, in particolare arance, mandarini, kiwi o melograno in modo da rafforzare la funzionalità delle difese immunitarie.

A metà mattina è consigliabile un toast al prosciutto crudo o per chi lavora fuori casa una barretta ai cereali da alternare, perché no, con un quadratino di cioccolato fondente.
A pranzo, invece, sarebbe bene optare per zuppe e minestre di legumi: fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche sono un’ottima fonte di energia, contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l`organismo a smaltire i sovraccarichi e migliorano la funzionalità intestinale.

L’ideale è arricchire le zuppe con cereali ovvero riso, farro, orzo e anche verdure come zucca, spinaci, scarole: in questo modo il pranzo apporta carboidrati complessi, proteine e fibra; se poi la zuppa è consumata bollente l’organismo dispone di un’ottima fonte di calore immediato.

La sera a cena vanno bene le uova, la carne anche rossa, il pesce sempre accompagnati da verdure a foglia verde; secondo la coldiretti un soggetto normopeso in buone condizioni di salute, quando è così freddo, dovrebbe assumere una quantità di proteine compresa tra gli 0,8 e 1,3 grammi per chilo di peso.
D’inverno, infine, è importante la corretta idratazione: bisogna integrare almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, sia acqua che tisane calde dolcificate, magari, con un po’ di miele emolliente delle vie respiratorie e buon antibatterico.

L’alcol invece, deve essere consumato con grande moderazione: l’alcol si comporta come un vasodilatatore e quindi non appena si assume qualcosa di alcolico si avverte una immediata sensazione di calore e di benessere; la vasodilatazione, però, favorisce la dispersione di calore, per questo dopo qualche minuto dal drink alcolico si sente più freddo di prima!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti/Osservatorio Adi-Nestlè

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti