Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dopo la denuncia di Striscia la notizia

Protesi difettose: 5 consigli

di
Pubblicato il: 21-02-2012

Le protesi d'anca difettose sono un problema noto agli esperti da circa due anni. Per evitare rischi, gli specialisti danno cinque consigli per scegliere la struttura e il chirurgo giusto.

Protesi difettose: 5 consigli © Photos.com Sanihelp.it - Gli esperti non si sono meravigliati quando Striscia la Notizia ha fatto vedere a milioni di italiani i problemi delle protesi di rivestimento d’anca difettose della DePuy, azienda di una nota multinazionale americana.

Era un problema da molto tempo già noto agli esperti, tanto che la DePuy, quasi un anno fa, aveva comunicato il ritiro della protesi dal mercato e in America era già partita una imponente class action. Inoltre già nel 2010 il New York Times con un articolo aveva reso noto a tutti il problema.

Nei mesi scorsi, con una lettera alle ASL italiane, l’azienda ha informato che alcuni modelli di protesi da loro prodotte potrebbero essere dannose per i pazienti a causa del rilascio di particelle di cobalto. La De Puy invitava così le ASL a raccomandare ai cittadini degli esami di controllo e ipotizzava la necessità di una rimozione e un conseguente nuovo impianto di protesi.

«Il problema che emerge oggi è legato alla meccanica stessa della protesi, ovvero al suo funzionamento una volta impiantata – dichiara Antonio Moroni, Professore Associato e Direttore della Scuola di specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitativa dell'Università di Bologna – La protesi in questione è una protesi di rivestimento che copia il design di protesi usate da più di 10 anni con successo e realizzate secondo studi di bioingegneria originali e testati».

«È sbagliato allarmare i pazienti che si sono sottoposti a un impianto di protesi di rivestimento d’anca o si stanno accingendo a farlo: l’intervento di rivestimento dell’anca è risolutivo del problema dell’artrosi e, se originali, le protesi sono assolutamente sicure sia come materiali che come meccanica», afferma l’esperto.

«Su 1.080 interventi di protesi di rivestimento d’anca eseguiti fra il 2001 e il 2010, il 97,8 % conduce una vita normale praticando sport anche usuranti e a impatto come la maratona, il calcio, il tennis e l’equitazione. Questi risultati non sono ottenibili con le protesi tradizionali che sono assai più invasive, contemplano la resezione della testa del femore e non riescono a riprodurre una corretta anatomia dell'anca».

«Se è vero che il paziente non è in grado di comprendere la differenza tra le caratteristiche biomeccaniche di una protesi o di un’altra, può invece capire come scegliere sia la struttura sia il chirurgo a cui rivolgersi – continua l’esperto – Il tuttologo in ortopedia è da evitare: chi si specializza nella spalla difficilmente farà bene anche la chirurgia di protesi d’anca. La chirurgia protesica di rivestimento della protesi d’anca, che conserva la testa del femore, è una superspecializzazione che solo pochi sono in grado di fare bene e senza creare problemi al paziente».

Ecco allora cinque consigli per scegliere l'ortopedico giusto.

1. Scegliere sedi ospedaliere, istituti o cliniche in cui operino chirurghi ortopedici esperti nel tipo di problema che si vuole risolvere.
2. Durante la visita chiedere all’ortopedico quanti interventi fa durante l’anno. Devono essere almeno 150-200 all'anno. Una volta a casa, verificare su internet il curriculum dell’esperto.
3. Non fidarsi dell’ortopedico di fiducia dell’amico che è stato operato alla spalla se si ha bisogno di un intervento al ginocchio!
4. Fare domande in merito al tipo di protesi che intende mettere; durante la visita è possibile chiedere all’ortopedico di mostrare il tipo di protesi che consiglia, ricevere materiale informativo adatto al pubblico e richiedere dati sulla durata, percentuali di insuccesso dell’intervento, eventuale reimpianto di protesi, tecnica chirurgica consigliata, eccetera.
5. Nel caso si sia finalmente trovato il chirurgo a cui rivolgersi, affidarsi ai suoi consigli e alla sua esperienza.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Orthopedika Journal

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti