Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Obesità e mutazioni genetiche

di
Pubblicato il: 20-02-2012
Sanihelp.it - Cavie di laboratorio nutrite con una dieta particolarmente ricca di grassi e portatrici di una particolare mutazione genetica hanno evidenziato una maggiore propensione all’obesità: lo riporta uno studio condotto presso la Kyoto University e pubblicato sulla rivista Nature.

Lo studio è stato condotto su animali, ma le conclusioni che sono state tratte sembrano essere molto interessanti anche per l’uomo: se davvero la maggiore propensione all’obesità fosse imputabile alla mutazione genetica, nelle persone portatrici andrebbero limitate le diete ricche di grassi o andrebbero attuate delle terapie farmacologiche mirate per invertire la mutazione sfavorevole o per bloccarla sul nascere.

Le conclusioni sono state tratte attraverso esperimenti realizzati sui topi, non è detto dunque, che i risultati ottenuti sul modello animale siano validi anche per gli uomini, però è molto probabile che la mutazione genetica, addizionata ad una dieta scorretta e ricca di grassi possa determinare con maggiore probabilità l’insorgenza di obesità.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Health Day News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti