Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne anziane, l'importanza della vitamina D

di
Pubblicato il: 07-03-2012
Sanihelp.it - Nelle pazienti anziane una grave carenza di vitamina d corrisponde a un aumento del tasso di mortalità. A sostenerlo, uno studio che sarà pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, organo della Società Americana di Endocrinologia.

La vitamina d è molto importante nella salute delle persone più anziane perché difende le ossa dalle malattie che possono interessarle. Stefan Pilz, ricercatore alla Medical University di Graz (Austria) e primo autore dello studio spiega: «I nostri risultati mostrano che la stragrande maggioranza dei residenti delle case di riposo è gravemente carente di vitamina d e che quelli con i più bassi livelli di vitamina d sono ad alto rischio di mortalità. È necessario un intervento urgente per prevenire e curare la carenza di vitamina d».

I ricercatori hanno esaminato un campione di 961 residenti in case di cura austriache, con un'età media di 83,7 anni. Sono stati registrati 284 morti dopo un follow-up di 27 mesi. Le analisi hanno consentito di scoprire che nel 92,8% dei casi i livelli di vitamina d erano inferiori alla norma. «L'integrazione di vitamina d in questi pazienti può esercitare benefici significativi su risultati clinicamente rilevanti come le fratture. Alla luce dei risultati e sulla base di tutta la letteratura esistente sugli effetti negativi della carenza di vitamina d, si rende necessario un urgente bisogno di strategie efficaci per migliorare lo stato della vitamina d nelle pazienti più anziane».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti