Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ictus: intervenire subito salva la vita

di
Pubblicato il: 25-03-2004

Se effettuato entro le due settimane successive alla comparsa di sintomi minori di ictus, l'intervento chirurgico per rimuovere l'occlusione delle arterie dà buoni risultati. Dopo potrebbe essere troppo tardi.

Sanihelp.it - Secondo alcuni ricercatori, l’intervento chirurgico per rimuovere l’occlusione delle arterie che portano sangue al cervello è una scelta ottimale per prevenire un grave ictus cerebrale, purché sia effettuato entro due settimane da un primo ictus di minore entità.

Trascorso questo tempo, l’endarterectomia carotidea potrebbe non comportare alcun beneficio.
«L’ideale sarebbe eseguire la procedura entro due settimane da quando il paziente avverte gli ultimi sintomi», affermano il Dr. Peter M. Rothwell e i suoi colleghi del Radcliffe Infirmary di Oxford, nel rapporto pubblicato sulla rivista The Lancet.

Gli autori hanno esaminato i dati provenienti da due sperimentazioni su larga scala di endarterectomia carotidea, riguardanti quasi 5900 pazienti reclutati dopo un attacco ischemico transitorio (TIA), un ictus ischemico non disabilitante o un’occlusione venosa retinica.
I soggetti sono stati assegnati secondo un protocollo casuale all’immediata endarterectomia o al trattamento medico.

Tra i pazienti con occlusioni dal 50 al 69%, soltanto quelli trattati entro due settimane dalla comparsa dei sintomi hanno avuto benefici clinici dall’intervento chirurgico.
Nonostante questi risultati, in un comunicato stampa del Lancet Rothwell ha sottolineato che spesso l’endarterectomia carotidea viene eseguita dopo diversi mesi dall’evento, anche se il paziente si rivolge immediatamente allo specialista.

In questo modo il beneficio della procedura chirurgica si riduce notevolmente, e molti pazienti che avrebbero potuto beneficiarne subiscono un grave ictus cerebrale mentre sono in attesa di essere operati.


FONTE: The Lancet


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti