Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Artrite reumatoide: farmaco riduce attività della malattia

di
Pubblicato il: 20-03-2012
Sanihelp.it - Sono incoraggianti i risultati preliminari dello studio ADACTA, destinato a confrontare la riduzione di segni e sintomi dell'artrite reumatoide durante il trattamento con tocilizumab (anticorpo monoclonale) in monoterapia rispetto ad adalimumab (inibitore del fattore di necrosi tumorale), in adulti con artrite reumatoide attiva grave che presentano un'intolleranza al metotressato (o nei quali il trattamento continuato con questo farmaco risulta inappropriato).

I risultati hanno dimostrato che i malati trattati con tocilizumab hanno ottenuto una riduzione significativamente maggiore dell'attività della malattia dopo 24 settimane, rispetto ai malati trattati con adalimumab. Una significatività statistica è stata ottenuta anche per la remissione e la bassa attività della malattia. Un'analisi preliminare sulla sicurezza ha evidenziato percentuali di eventi avversi simili tra i due gruppi. 

Tocilizumab è il primo anticorpo monoclonale umanizzato che inibisce il recettore per l'interleuchina-6. È stato approvato in Europa nel gennaio 2009 per il trattamento dell’artrite reumatoide in individui che hanno avuto una risposta inadeguata o sono risultati intolleranti a una precedente terapia con uno o più farmaci antireumatici modificanti la malattia o inibitori del fattore di necrosi tumorale.

Gli esperti riuniti all'ultimo Congresso Europeo di Reumatologia concludono che, ora che esistono diverse terapie approvate per l'artrite reumatoide, gli studi di confronto tra due principi attivi sono fondamentali poiché forniscono informazioni importanti nella scelta del farmaco giusto.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Congresso Europeo di Reumatologia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti