Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sessualità

Si possono correggere le dimensioni?

di
Pubblicato il: 31-03-2012

Il dottor Marco Rossi, psichiatra e sessuologo, ci spiega come avvengono gli interventi di allungamento e ingrossamento del pene.

Si possono correggere le dimensioni? © photos.com

Sanihelp.it - Per intervenire sulle dimensioni del pene è necessario ricorrere alla chirurgia, mediante due interventi cui il paziente può sottoporsi sia separatamente sia simultaneamente. La tendenza è quella di procedere in maniera combinata ad allungamento e ingrossamento. Il primo passo da fare è comunque quello di consultare un sessuologo o un andrologo rispetto all'argomento.

L'operazione di allungamento del pene consiste nel tagliare il legamento sospensorio che lega il pene alla parete addominale (tutti gli uomini hanno il legamento sospensorio, eccezione fatta per gli africani; proprio per questo spesso il loro membro è più lungo). Per evitare la ricrescita del legamento viene applicato un piccolo triangolino di silicone. Con questa operazione si guadagnano dai 2 ai 4 centimetri. L'intervento è piuttosto semplice, non presenta complicanze e viene effettuato in day hospital. Si richiede poi ai pazienti riposo dell'attività sessuale per circa 5 giorni in seguito all'operazione.

L'operazione di ingrossamento invece si effettua prelevando del grasso dal corpo del paziente (di solito glutei o fianchi), il grasso viene lavorato e iniettato lungo l'asta del pene per diffonderlo in maniera uniforme. Questo tipo di operazione non fornisce un reale guadagno in erezione, ma ha più una funzione estetica: il pene risulta più grosso a riposo.

Entrambe le operazioni sono molto richieste.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Marco Rossi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.67 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti