Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Quasi un terzo dei sieropositivi non sa di esserlo

di
Pubblicato il: 27-03-2012
Sanihelp.it - Clinici ed esperti da tutta Europa si sono riuniti per fare il punto sullo stato dell’arte della malattia AIDS, dopo la recente richiesta fatta dall’Unione Europea a ogni Stato affiliato di intervenire per regolamentare e redigere delle proprie Linee Guida sull’HIV.

L’Italia è il primo Stato membro dell’Unione Europea ad aver da poco redatto una propria legislazione che ha riguardato la riaffermazione della necessità di eseguire il test, proposto specifiche modalità di erogazione del test e della consegna dei risultati sul territorio nazionale e individuato i destinatari sensibili ai quali rivolgere l’offerta del test: infatti circa un terzo delle persone in Italia non sa di essere sieropositivo.
La realizzazione del Documento, ora che è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni, sarà obbligatoria per le Regioni.

Rimane aperta la questione dei minori, cioè quei ragazzi che vanno dai 16 ai 18 anni. Oggi il Documento non permette di poter accedere al test a questa fascia di età senza il consenso dei genitori, mentre prima era previsto solo dai 16 anni in giù. In questo modo si perde una delle fasce più fragili e che ha una percezione dell’HIV del tutto irreale dei numeri e delle problematiche.

Sull’HIV in Italia c’è una situazione di sommerso estremamente importante (pari al 25%) sovrapponibile a molti altri Paesi europei e simile a quella degli Stati Uniti, che favorisce il perpetuarsi della trasmissione del virus.

L’implementazione di politiche per l’offerta del test sono importanti anche nell’ottica, come recenti studi hanno evidenziato, di come l’offerta e l’esecuzione del test siano a oggi il miglior mezzo di prevenzione contro la diffusione del virus dell’HIV.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Conference HIV in Europe

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti