Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne, attente alla tiroide

di
Pubblicato il: 10-04-2012

È rivolta soprattutto alle donne under45 la Settimana nazionale della tiroide. Dal 16 al 20 aprile visite gratuite e la possibilità di una diagnosi precoce.

Donne, attente alla tiroide © Photos.com Sanihelp.it - Da lunedì 16 aprile a venerdì 20 aprile 2012 torna la Campagna di prevenzione e cura dedicata alla tiroide. L’iniziativa è promossa dal Club delle U.E.C, Associazione delle Unità di Endocrinochirurgia Italiane, che associa più di 300 specialisti in tutta Italia, ospedalieri ed universitari.

Oltre 100 centri specializzati distribuiti su tutto il territorio nazionale metteranno a disposizione una visita specialistica gratuita e, se necessario, proporranno un percorso di diagnosi e cura completo.

Quest'anno la Settimana Nazionale della Tiroide è particolarmente indirizzata alle donne al di sotto dei 45 anni che hanno una familiarità per patologia tiroidea, soprattutto se tumorale, e che manifestano sintomi come irritabilità, nervosismo, insonnia, gonfiore al collo, oscillazioni nel peso, ma che non si sono mai sottoposte a un controllo in precedenza.

Più in generale, oltre 6 milioni di persone soffrono di problemi alla tiroide: la prevenzione e la diagnosi precoce diventano fondamentali per un trattamento mirato e tempestivo.

Le visite contribuiranno a far emergere disturbi e malattie della ghiandola che spesso non vengono riconosciute perché asintomatiche o con manifestazioni comuni ad altre patologie, in questo modo sarà possibile formulare diagnosi precoci e prescrivere terapie mirate, farmacologiche o chirurgiche.

Un’attenta valutazione della storia clinica e, se necessario, il ricorso a esami ecografici consente di rilevare noduli tiroidei spesso di piccole dimensioni in circa il 50% della popolazione, la stragrande maggioranza dei quali sono benigni, ma che, talvolta, meritano ulteriori approfondimenti.

La maggior parte delle malattie della tiroide viene curata con terapie mediche, solo un piccola parte richiede l’intervento del chirurgo. Quando serve il bisturi, il ricorso a nuove tecniche e tecnologie consente di ridurre al minimo l’incisione e, quindi, la cicatrice sul collo, oltre che limitare al massimo i rischi per le corde vocali.

L’opzione chirurgica, soprattutto se posta tempestivamente, propone metodiche sempre più sicure e mininvasive, che permettono la conservazione della bellezza del collo, e riducono al minimo i rischi di complicanze, grazie anche all’utilizzo di avanzate tecnologie come il bisturi a ultrasuoni.

Per informazioni sul centro più vicino in cui prenotare una visita, dal 3 al 20 aprile è attivo il Numero Verde 800.122.910.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Club delle U.E.C - Associazione delle UnitÓ di Endocrinochirurgia Italiane

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti