Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cioccolato alla mamma fa felice il bebè in arrivo

di
Pubblicato il: 13-04-2006

Uno studio esalta gli effetti benefici del cioccolato sul bebé in arrivo. Ma dalla Gran Bretagna sorgono i dubbi: fondamento scientifico o alibi per mamme golose?

Sanihelp.it - Che il cioccolato fosse un’ottima cura naturale contro la tristezza era noto da tempo. Che spesso è il rifugio degli innamorati non corrisposti anche. Ma direttamente dalle fredde terre finlandesi arriva una scoperta da lasciare l’acquolina in bocca: mangiare cioccolato durante la gravidanza assicurerebbe maggiore felicità e serenità ai figli in arrivo.

A fornire un consistente alibi alle golose mamme in attesa sono i ricercatori dell'università di Helsinki. «I componenti chimici del cioccolato» spiegano sul New Scientist «riuscirebbero a passare dal palato delle mamme ai feti attraverso l'utero». Ma si spingono oltre perché sostengono che «ci sono indubbie differenze tra i figli nati da donne stressate, ma rifugiate nei piaceri della gola, e future mamme che in gravidanza si sono vietate la tentazione del cioccolato».
Differenze che non si possono spiegare in altro modo se non con l'effetto anti-stress e salva-umore riconosciuto ormai da tempo alla cioccolata.
Gli scienziati finlandesi sono arrivati a questi risultati tenendo sotto costante osservazione 300 donne in dolce attesa durante tutto l’arco della gravidanza e nei sei mesi seguenti al parto, prima chiedendo loro la frequenza nel consumo del cioccolato, poi l'umore e la vitalità dei propri figli. «E i figli delle più golose sono risultati non solo più sereni ma anche più attivi e svegli», proseguono gli esperti dell’università di Helsinki.

Non tutti sono però d'accordo con i risultati che ha prodotto questa ricerca: «Il buonumore da cioccolato è più un effetto psicologico che chimico» commenta il dietologo britannico Nigel Denby. «E in più, cadendo troppo in tentazione, si rischia di ingrassare in modo esagerato. Dunque non me la sentirei di sostenere più di tanto il suo consumo in gravidanza».

Chi avrà ragione?



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti