Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Buona salute con il té verde

di
Pubblicato il: 24-04-2012
Sanihelp.it -
Può il tè verde abbassare il colesterolo? É quanto sostiene un gruppo di ricercatori statunitensi della Western University of Health Sciences di Pomona, in California. Lo studio, pubblicato sul Journal of the American Dietetic Association, conferma infatti che un infuso di tè verde, già conosciuto per i suoi poteri antitumorali e antietà, è in grado di diminuire di 5-6 punti il colesterolo totale e di abbassare i livelli di quello cattivo (Ldl). I benefici rilevati, sostengono i ricercatori, dipendono dalle catechine contenute nella bevanda, responsabili di un minor assorbimento del colesterolo nell'intestino.

Degli effetti benefici del tè verde, di recente, ha parlato anche il professor Barry Sears, biochimico americano presidente dell'Inflammation Research Foundation, proprio in occasione di un convegno scientifico tenutosi domenica 22 aprile a Milano, nel corso del suo Zone Consultant. «Date colore alla vostra dieta» continua a ripetere il ricercatore americano e lo scrive anche nel suo Magri Per Sempre (Sperling & Kupfer Ed.) «Il terzo livello della piramide del benessere della Zona è caratterizzato da un consumo adeguato di polifenoli alimentari, le sostanze che conferiscono i colori a frutta e verdura e di cui ad esempio il tè verde è ricco. A concentrazioni sufficientemente elevate, questi composti chimici contenuti nei vegetali sono dotati di buone proprietà antinfiammatorie. Oltre ad attivare altri enzimi che rallentano l'invecchiamento degli organi».

Non a caso è stato dimostrato come bevendo in quantità importanti di tè verde le popolazioni orientali vantano una maggiore longevità: soprattutto gli ultracentenari di Okinawa che costituiscono uno dei migliori esempi di invecchiamento in salute di una popolazione. Una popolazione che può vantare la più lunga speranza di vita del Giappone. Infatti a Okinawa da centinaia di anni si consuma una bevanda a base di tè verde e curcumina, altro prezioso alleato contro l'invecchiamento dei vitageni. Come dicono studi scientifici: negli ultimi anni è stata identificata infatti la molecola responsabile di tali effetti, che si chiama epigallocatechina gallato, normalmente indicata come EGCG. Questa è stata studiata approfonditamente e le ricerche condotte hanno mostrato fra i suoi importanti benefici: un miglioramento del metabolismo del glucosio, della sensibilità all’insulina, diminuzione degli effetti negativi dell’infiammazione cronica e un effetto - appunto - antiossidante. Una tazza di tè verde? Perché no.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Zonacademy

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti