Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione

Golf: curare lo stile previene gli infortuni

di
Pubblicato il: 08-05-2012

Uno sport di nicchia, ma molto amato. Il golf è rilassante e avvincente, ma occorre prestare attenzione soprattutto se si è principianti: i rischi di farsi male sul green non vanno sottovalutati.

Golf: curare lo stile previene gli infortuni © Photos.com Sanihelp.it - Dalle patologie ossee, articolari e muscolari, al gomito del golfista. Scopriamo quello che può accadere in campo grazie al contributo degli specialisti dell'Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (Milano).

Le patologie ossee derivano da traumi e, in molti casi, da patologie croniche preesistenti (degenerative del tessuto osseo, in particolare della colonna vertebrale, della spalla, del polso e della mano, artrosi, sciatalgie, lombalgie). In questi casi è necessario sospendere la pratica sportiva e assicurarsi un periodo di riposo più o meno lungo. A seconda dell'infortunio, potrebbero rendersi necessari interventi di tipo fisiatrico-riabilitativo ed eventualmente ortopedico. L'unico in grado di consigliare l'iter terapeutico corretto è naturalmente il medico.

Le patologie articolari più comuni sono distorsioni, lussazioni e traumi. Il momento più delicato è quando si colpisce la pallina; il bastone, che pesa 300-400 g, può sviluppare nell'impatto con la pallina un peso-forza di circa 1000 kg. Traumi in agguato anche se si compiono errori di esecuzione e magari si va a scavare il terreno con il bastone. Le articolazioni più interessate sono quelle di spalla, gomito, polso, mano, anca, ma anche, in misura minore, di ginocchio, caviglia e piede.

Le patologie muscolari colpiscono molto più facilmente i principianti. Si manifestano per cause meccaniche, per esempio per contrazione troppo violenta. È tendenza comune soprattutto dei neo-golfisti quella di caricare troppo il colpo.

L'epitrocleite colpisce molto spesso il gomito del golfista, precisamente la parte mediale dell’omero a livello dell’articolazione del gomito, con interessamento del nervo ulnare. Questa patologia assomiglia molto al gomito del tennista (epicondilite) ed è causata dall'estensione ripetitiva del gomito (oscillazione del bastone), dai colpi mancati e dall'impatto violento con il terreno (contraccolpi) che determina un processo infiammatorio. 

I problemi nascono soprattutto da uno stile poco curato: sono determinati infatti da una postura e da una tecnica esecutiva scorretti, dalla modalità dell'impugnatura del club, dalla preparazione fisica e dagli attrezzi utilizzati.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Humanitas

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti