Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Proliferazione cellulare: un topo lucciola per fare luce

di
Pubblicato il: 17-05-2012
Sanihelp.it - Un nuovo topo transgenico, chiamato MITO-LUC, è stato prodotto nel laboratorio di ricerca di Oncogenesi Molecolare dell'Istituto Regina Elena, come modello sperimentale per gli studi sulla proliferazione cellulare.

L’animale è stato ottenuto legando il gene della luciferasi, una proteina prodotta dalle lucciole, a un frammento di DNA del topo che dipende dal fattore di trascrizione NF-Y, una proteina strettamente coinvolta nel processo di divisione e moltiplicazione cellulare.
Quando si trovano in fase di crescita, le cellule dell’animale emettono bioluminescenza, una luce visibile e apprezzabile dall’esterno semplicemente utilizzando una speciale macchina fotografica, senza alcun danno per l'animale.

I topi- lucciola, sviluppati in collaborazione col Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Milano, possono essere utilizzati per studi e rilevazioni a lungo termine. I dati ottenuti sono più precisi e consentono di diminuire sensibilmente il numero di animali necessari alla sperimentazione. Le possibili applicazioni sono molteplici: spaziano dall’oncologia alla medicina rigenerativa, dalla farmacologia alla tossicologia.

I topi MITO-Luc consentono per la per la prima volta un efficace monitoraggio a lungo termine dell'attività proliferativa delle cellule, poiché basta fotografare l'animale a intervalli regolari.

Grazie alla tecnologia della bioluminescenza è possibile visualizzare le cellule in attiva proliferazione in tutto il corpo, potendo così valutare l'efficacia di una terapia antitumorale o di valutare la cancerogenicità di un composto chimico. Negli ultimi quattro anni sono state raccolte circa 1000 immagini di grande interesse per la ricerca.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Nazionale Tumori Regina Elena

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti