Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ridurre le calorie per vivere bene e a lungo

di
Pubblicato il: 22-04-2004

Risultati interessanti da una ricerca condotta presso la Washington university di St. Louis: ridurre l'apporto calorico della nostra dieta fa diminuire in modo consistente i rischi di attacchi cardiaci e diabete.

Sanihelp.it - Uno studio recente ha rilevato che una dieta a basso contenuto calorico riduce drasticamente la possibilità di problemi cardiaci come infarto o arteriosclerosi.

Questo studio, condotto dai ricercatori della Washington university school of medicine di St. Louis è stato coordinato da John O. Holloszy, che racconta come i risultati della ricerca non lasciano dubbi: «È ormai chiaro che una riduzione dell’assunzione di calorie ha un potente effetto protettivo nei confronti dei disturbi tipici dell’invecchiamento».

Non solo i problemi cardiaci, quindi. «Non sappiamo quanto può vivere un determinato individuo, ma sappiamo che può avere una aspettativa superiore alla media perché ha meno probabilità di morire di attacco cardiaco, infarto o diabete se assume meno calorie durante i pasti», prosegue Holoszy.

Una ricerca sui topi ha mostrato infatti che una riduzione consistente delle calorie aumenta del 30% le possibilità di non morire di attacco cardiaco o di contrarre il cancro.

«Gli effetti sono abbastanza impressionanti», spiega Luigi Fontana, uno dei ricercatori, «per la prima volta abbiamo riscontrato effetti notevoli e consistenti sul rischio di arteriosclerosi e diabete».

Lo stesso team di ricerca in questo periodo sta svolgendo uno studio per comparare la riduzione delle calorie in rapporto alla dieta media degli americani.
Buone speranze, insomma.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti