Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Se a perdere i capelli sono gli adolescenti

di
Pubblicato il: 16-05-2012
Sanihelp.it - Se nell’immaginario collettivo la perdita dei capelli è associata all’età adulta, i dati di una ricerca promossa da IHRF, fondazione di ricerca per la patologia sui capelli, evidenziano quanto questo fenomeno interessi anche i più giovani. Ben il 18% degli adolescenti italiani ha infatti problemi di perdita di capelli.

Nello studio sono stati coinvolti diecimila ragazzi con la collaborazione di oltre cento dermatologi sparsi su tutto il territorio nazionale. La caduta è più acuta tra i 12 e i 20 anni e interessa in misura maggiore i maschi (60%); nelle ragazze il fenomeno è in crescita e si attesta intorno al 40%. La maggior parte degli adolescenti manifesta l’alopecia androgenetica, la forma più comune di calvizie. I capelli tendono ad assottigliarsi, la caduta è accentuata e si ha un aumento della secrezione del sebo, fino a sviluppare un vero e proprio diradamento. 

La causa è soprattutto genetica ed è legata alla trasmissione di un errore sui geni del cromosoma X ereditati dalla madre, ma nelle ragazze in particolare la caduta dei capelli può essere causata da disturbi alimentari, vizio del fumo e sonno insufficiente. Influisce decisamente meno l'uso eccessivo di gel cosmetici. 

La caduta dei capelli ha un forte impatto psicologico sui ragazzi: il 90% è condizionato dal problema, il 60% lo vive come menomazione estetica e ne prova vergogna, il 35% tende a isolarsi, con ricadute sulla frequenza scolastica e sulle relazioni con i coetanei.
Il professor Fabio Rinaldi, dermatologo, sottolinea: «È indispensabile rassicurare questi ragazzi sulla possibilità di contrastare la caduta con una diagnosi dermatologica il più precoce possibile, per evitare la progressione della calvizie e la ripercussione sulla qualità della vita. Al giorno d'oggi ci sono molti rimedi terapeutici utili, come per esempio i fattori di crescita naturali o di biotecnologia, che possono portare a una soluzione del problema nel 90% di questi ragazzi».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti