Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Amanti del jogging, attenti agli occhi!

di
Pubblicato il: 28-04-2004

Per gli amanti del jogging su strada, le auto sono il pericolo numero uno: non solo per gli incidenti, ma anche per i frammenti sollevati, spesso dannosi per gli occhi.

Sanihelp.it - Secondo una recente ricerca il rischio principale per gli appassionati della corsa su strada sono le auto, ma anche le scorie sollevate al loro passaggio possono risultare pericolose.
I medici sostengono che tre recenti casi di trauma oculare in persone che camminavano o correvano lungo una strada dimostrano che questo tipo di attività fisica presenta un lieve ma significativo rischio per la visione.

Tutti e tre i pazienti si trovavano sul bordo di una strada quando improvvisamente si sono accorti di non vedere bene da un occhio.
In ognuno dei casi, i medici hanno riscontrato che nell’occhio era penetrato un piccolo frammento metallico, presumibilmente sollevato dal passaggio di un veicolo sulla strada.

«I traumi sono risultati potenzialmente pericolosi per la visione», sostiene il dottor Philip D. Jaycock del St. Thomas Hospital di Londra, «e nonostante il completo recupero dei pazienti dopo la rimozione del frammento, è stato notato un peggioramento della loro acuità visiva».
In ognuno dei casi, infatti, il paziente aveva riportato una lacerazione della cornea con conseguente penetrazione all’interno dell’occhio di un minuscolo frammento metallico che era stato poi rimosso chirurgicamente.

L’analisi chimica aveva dimostrato che uno dei frammenti poteva provenire dal disco di una sega circolare, magari abbandonato in quel punto dopo l’esecuzione di lavori di manutenzione stradale.
Secondo Jaycock, gli amanti del jogging su strada dovrebbero munirsi di un’adeguata protezione oculare con lenti in policarbonato, resistenti all’impatto e spesso utilizzate negli occhiali sportivi.


FONTE: American Journal of Ophthalmology


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti