Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Verso un'offerta vaccinale più omogenea

Vaccini: tutte le novità

di
Pubblicato il: 05-06-2012

Di recente è stato approvato il Piano nazionale prevenzione vaccinale 2012-2014. Ecco cosa cambia rispetto al calendario precedente.

Vaccini: tutte le novità © Photos.com Sanihelp.it - Armonizzare le strategie vaccinali in atto nel nostro Paese e garantire l’offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni prioritarie per la popolazione generale: sono alcuni degli obiettivi del Piano nazionale della prevenzione vaccinale 2012-2014, approvato con Intesa Stato-Regioni nella seduta del 22 febbraio 2012.

Già il Piano 2005-2007, nel tentativo di coordinamento tra le diverse istanze delle Regioni e le necessità complessive del Paese, forniva indicazioni per mantenere un coordinamento delle strategie vaccinali, pur nel rispetto dell’autonomia regionale prevista, con la possibilità di poter offrire apertura all’introduzione di nuovi vaccini nel Paese, con la gradualità e la programmazione necessaria e opportuna.

Di fatto, però, in merito alle coperture vaccinali la situazione non è soddisfacente potendosi osservare importanti differenze tra le Regioni e, talora, anche tra le ASL di una stessa Regione. Inoltre, in merito all’offerta dei cosiddetti nuovi vaccini, si è venuta a creare nel Paese una situazione di forte eterogeneità.

Ecco le principali novità del nuovo calendario. Il vaccino contro l'HPV (papillomavirus) entra ufficialmente nel Piano, diventando gratuito per le ragazze tra gli 11 e i 12 anni altri, mentre due vaccini già offerti in molte regioni, l'antimeningococco e l'antipneumococco, sono calendarizzati a livello nazionale.

Per quanto riguarda il vaccino contro la varicella, se ne posticipa l'introduzione universale in tutte le Regioni al 2015; attualmente fa parte dei programmi vaccinali pilota di Basilicata, Calabria, P.A Bolzano, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto, ma è raccomandata nei soggetti a rischio e nelle persone suscettibili.

Oltre alla vaccinazione riservata ai bambini, viene inserita nel calendario anche quella antinfluenzale negli ultra 65enni, anche se di fatto già garantita dalle circolari ministeriali.

Il nuovo Piano dà rilievo alla garanzia dell’offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni prioritarie, sottolineando i livelli di copertura ideali da raggiungere. Il documento definisce, tra l’altro, il processo decisionale e i criteri, basati sull'evidenza, per l’introduzione di nuovi vaccini, tenendo in considerazione, oltre agli aspetti di efficacia, sicurezza e sostenibilità economica del vaccino, per appurare se esso rappresenti una priorità di Sanità Pubblica, anche le problematiche di politica vaccinale e le questioni di carattere programmatico, e, quindi, anche di sostenibilità della vaccinazione da parte del sistema.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero della salute

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti