Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Contrastare in modo naturale la perdita di liquidi

Sempre in bagno? La naturopatia può aiutare

di
Pubblicato il: 19-06-2012

Contro la dissenteria estiva, dovuta agli sbalzi di temperatura e ai cambiamenti alimentari, può essere d'aiuto qualche rimedio naturale e omeopatico.

Sempre in bagno? La naturopatia può aiutare © Photos.com Sanihelp.it - Con l'estate e le vacanze, cambiano le abitudini alimentari e aumenta il rischio di incorrere in infezioni alimentari: l'allarme è della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP). La diarrea è il sintomo principale delle gastroenteriti. A volte, però, la dissenteria può essere anche una semplice reazione agli sbalzi di temperatura o allo stress o una conseguenza di un'infiammazione intestinale.

Secondo la naturopatia, la dissenteria è la modalità con cui il corpo si libera dalle tossine, quindi se non comporta un'elevata perdita di liquidi e dura solo due o tre giorni, è meglio cercare di non bloccarla.

Si può però aiutare l'organismo a riprendersi più in fretta con rimedi leggermente astringenti e tonificanti per il rivestimento della parete intestinale, in modo che il disturbo si riduca naturalmente, a favore di un'evacuazione di feci più consistenti.

Eccone qualcuno:
1. masticare semi di melograno
2. assumere peperoncino in polvere, succo di ananas, limone e banane
3. l'infuso di zenzero dà sollievo nel caso di crampi e dolori addominali
4. la polvere di corteccia di olmo ha benefici immediati: tre cucchiani o sei capsule con 250 ml di acqua tiepida
5. il composto di riso e acqua compatta le feci: bollire mezza tazza di riso biologico per 45 minuti in quattro tazze si acqua, berne due al giorno e mangiare il riso.

L'omeopatia propone Aloe 5 CH (cinque granuli dopo ogni scarica), per la diarrea che compare subito dopo aver mangiato e bevuto, Arsenicum Album 15 CH (sempre cinque granuli dopo ogni scarica) per diarre a associata a vomito, freddolosità e sete, e China 9 CH per la diarrea senza dolore ma associata a gonfiore.

Anche i sali di Schüssler possono aiutare: controllano l'evoluzione della diarrea leggera e senza febbre (si usano Ferrum phosphoricum 12 D e Natrium chloratum 6 D una compressa di entrambi, inizialmente ogni 15 minuti e poi da diradare secondo miglioramento).

Contattare il medico se la diarrea dura più di quattro giorni, ci sono tracce di sangue nelle feci, il colore è scuro o compare febbre alta, ci accusano forti dolori di pancia o ci sono segni di disidratazione: pelle raggrinzita, bocca screpolata, poco bisogno di fare pipì.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
S. Vignali, Manuale moderno di naturopatia, Edizioni Red

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti