Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Chirurgia

Operazione all'occhio per Tony Parker

di
Pubblicato il: 26-06-2012

Il cestista NBA e della nazionale francese di basket, rimasto vittima di una grave lesione all'occhio sinistro durante una rissa, rischia di saltare le Olimpiadi.

Operazione all'occhio per Tony Parker © Rete Sanihelp.it - Trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato: è successo a Tony Parker, campione di basket francese che milita nei San Antonio Spurs, squadra americana dell’NBA, noto anche per essere l’ex marito di Eva Longoria, protagonista di Desperate Housewife. Nella notte tra il 13 e il 14 giugno lo sportivo era in una discoteca esclusiva della Grande Mela a sorseggiare un drink quando è stato coinvolto suo malgrado in una rissa scoppiata tra gli entourage di due rapper, Drake e Chris Brown.

Motivo scatenante dello scontro sembra sia stata una donna, nientemeno che la popstar Rihanna, ex di Chris Brown e, secondo i bene informati, nuova fiamma di Drake. Quel che conta è che tra i due e i loro gruppi è scoppiato il Far West, con pugni, calci e anche bottiglie volanti. E Tony Parker è stato raggiunto all’occhio sinistro, con conseguenze tutt’altro che trascurabili: pare abbia subito una lacerazione della cornea e danni alla retina.

«Dopo aver svolto esami supplementari, abbiamo scoperto che un pezzo di vetro era penetrato al 99% nell'occhio sinistro. E quindi ho proprio rischiato di perderlo» ha fatto sapere lo stesso cestista dal suo sito ufficiale. Il giovane è stato quindi operato il 17 giugno, anche se il tutto è stato reso noto con una settimana di ritardo. «Sono stato operato in anestesia generale ed è per questo che non ho raggiunto la Nazionale in ritiro a Pau il 20 giugno come avevo annunciato».

Parker, infatti, è il capitano della squadra francese ed era ovviamente tra i convocati per partecipare a Londra 2012. Ora c’è la possibilità che il playmaker debba dire addio alle Olimpiadi. La risposta definitiva arriverà il 5 luglio da uno specialista statunitense che visiterà lo sportivo. In caso di responso positivo, anche se in ritardo, il cestista potrà unirsi alla squadra il 7 luglio per prepararsi ai Giochi.«E per evitare ulteriori altri problemi giocherò con degli occhialini di protenzione» fa sapere il giocatore, che intanto assume medicine ogni due ore. E ovviamente ha già fatto causa al nightclub e chiesto un mega risarcimento.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Internet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti