Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Trapianto di cellule staminali per rallentare la SLA

di
Pubblicato il: 28-06-2012
Sanihelp.it - La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia degenerativa che provoca un'atrofia progressiva dei muscoli; in particolare le cellule cerebrali chiamate motoneuroni muoiono progressivamente, arrivando a paralizzare i muscoli e a causare la morte del paziente.

Lunedì scorso a Terni un’equipe coordinata dal Prof. Angelo Vescovi, direttore dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Pio e dalla Dr.ssa Letizia Mazzini Responsabile del Centro SLA dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara, ha portato a termine il primo trapianto di cellule staminali del cervello umano nel midollo spinale in un paziente affetto da SLA.

Questo trapianto però non è una cura: l'operazione serve, assieme ad altre, a mettere a punto il trial clinico di fase 1 autorizzato dall’Istituto Superiore di Sanità. «Vogliamo sottolineare - spiegano i ricercatori - che questa sperimentazione, come ovvio per una fase I, è mirata specificamente a valutare la sicurezza delle procedure di trapianto e dell’innocuità delle cellule».

Sebbene per ora trovare una cura non sia la finalità prima, gli effetti neurologici verranno inevitabilmente valutati. Le cellule staminali sono state quindi trapiantate in prossimità dei motoneuroni, sperando che questo possa rallentarne o addirittura bloccarne la morte e quindi la progressione della SLA.

La scelta delle cellule staminali infine è stata effettuata nel rispetto totale dell’etica: provengono infatti dal tessuto cerebrale di un singolo feto deceduto per cause naturali, e ottenute con l'impiego di una procedura analoga a quella della donazione volontaria di organi negli individui adulti.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Irccs Casa Sollievo della Sofferenza di San Pio

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti