Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Piatti freschi e acqua (ma non solo) per idratarsi

di
Pubblicato il: 09-07-2012
Sanihelp.it - Il caldo torrido di questi giorni va affrontato nella maniera corretta per salvaguardare la propria salute. In particolare, risulta molto importante combattere la disidratazione e reintegrare i liquidi.

Marcello Ticca, vicepresidente della Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione (Sisa), sottolinea come anche con l’afa «l’istinto ci aiuta, spingendoci a preferire spontaneamente alimenti e piatti più freschi e leggeri (e ricchi di acqua) a scapito di quei piatti abbondanti e ricchi di condimento (come fritti, insaccati, primi elaborati). Ottima idea scegliere spesso, insieme a frutta e verdura, carni magre e pesce, passati di legumi e minestre tiepide, e molti liquidi, ad esempio spremute di agrumi e frullati di frutta, latte».
La temperatura corporea è tenuta costante dal sudore, composto da acqua e minerali che «è bene reintegrare. La bevanda da preferire è l'acqua, ma molto utili sono anche latte, yogurt, frullati e spremute di frutta, gelati, minestre di verdura, bibite con o senza zucchero. Anche le bevande zuccherate infatti, insieme agli altri accorgimenti suggeriti, contribuiscono a ricaricare le scorte energetiche, a rinfrescare e a recuperare i liquidi persi».

«Non bisogna variare di molto l'alimentazione quando fa più caldo, ma certamente occorre una maggiore quantità di liquidi», aggiunge Andrea Ghiselli, dirigente di Ricerca dell'Inran. Tutte le bevande analcoliche, in primis l'acqua, contribuiscono a idratare l'organismo». «Ed è opportuno ricordare - conclude Andrea Poli, direttore scientifico Nutrition Foundation of Italy - che l'anidride carbonica presente nelle bevande analcoliche non svolge alcun effetto sfavorevole sull'organismo e non riduce la capacità di queste bevande di contribuire all'idratazione».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti