Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Estate: perdi i chili non il sorriso!

di
Pubblicato il: 19-04-2005

Per perdere peso in previsione dell'estate no a diete squilibrate fatte in casa, che rischiano di fare danni. Meglio ascoltare i messaggi del nostro corpo...

Sanihelp.it - Provate a proporre a qualcuno di usare una benzina di vostra invenzione per ridurre i costi di rifornimento dell’auto: cosa vi risponderebbe?
Come minimo che è pericoloso, e che rischia di distruggere l’auto.

Lo stesso discorso vale per le diete.
Moltissime persone si sottopongono ogni giorno a diete artigianali quasi sempre squilibrate, iperproteiche e ipoglucidiche.
Dimenticando che l’organismo vale molto più di un’automobile, e come tale va curato con una dieta nel vero senso del termine, ossia uno stile di vita e di alimentazione equilibrato in base alle necessità.

È innegabile, infatti, che ogni stagione richieda un’alimentazione mirata.
In estate, il caldo afoso è più sopportabile se si scelgono cibi a elevato contenuto di acqua e minerali, cioè frutta e verdura in qualsiasi forma.

Albicocche, pesche, fragole, meloni e cocomeri non solo fanno subito estate, ma apportano all’organismo preziose quantità di vitamine (in particolare A, C e beta-carotene), sali minerali e oligoelementi.

Con le temperature elevate, poi, il nostro corpo stimola meno l’appetito e induce la priorità all’assunzione di liquidi. Impariamo ad ascoltarlo, e assecondiamolo riducendo i cibi più riscaldanti come carni, formaggi e insaccati, e bevendo molta acqua e bevande non gassate.
L’unica indicazione è abolire quelle troppo fredde, che favoriscono il rischio di congestione stimolando un afflusso eccessivo di sangue in regione addominale.

Insieme ai chili di troppo, liberiamoci anche di un pò di luoghi comuni: innanzitutto, per dimagrire non è necessario mangiare solo i cibi ritenuti magri come la mozzarella.
Facendo attenzione ai condimenti, un bel piatto di spaghetti a pranzo può seguirci anche al mare, e non dimentichiamo che l’olio, su pasta e insalate, favorisce l’assorbimento delle vitamine ed è molto meno dannoso dei grassi saturi animali.

Anche rinunciare al gelato è una tortura inutile: purchè non diventi un’abitudine, può sostituire tranquillamente un pasto.
Scegliendolo alla frutta, e evitando le vaschette stile dessert per dodici persone, apporterete alla vostra dieta circa 130-170 calorie, più qualche sorriso.
Altra buona notizia: il gelato è utile a chi soffre di acidità gastrica, perché aumenta il pH gastrico e la capacità protettiva della parete dello stomaco.

Allora addio tristi barrette: al di fuori di un programma di dimagrimento ben strutturato da un dietologo fanno più male che bene, e per perdere solo qualche chilo sono del tutto inutili.
E se leggendo vi si è abbassata la pressione, un’ultima dritta, che sarà utile per i prossimi caldi: per tirarvi su preferite alla tradizionale acqua zuccherata gli integratori salini con glucosio, che comportano meno rischi di innalzamento della glicemia.

Fonte: Ministero della Salute.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti