Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Atleti universitari a rischio di dipendenze

di
Pubblicato il: 17-05-2004

Gli studenti universitari che praticano sport a livello agonistico sono risultati più esposti, rispetto ai colleghi più sedentari, a forme di dipendenza psicologica causata da stress eccessivo.

Sanihelp.it - Un recente studio rivela che molti atleti universitari potrebbero essere a rischio di sviluppare vere e proprie dipendenze dal gioco d’azzardo e dagli alcolici, disturbi alimentari e altri comportamenti di tipo compulsivo.

Gli atleti maschi valutati dallo studio sono risultati più inclini ad avere problemi con il gioco, le droghe e l’alcol, mentre i problemi delle colleghe riguardavano maggiormente i disturbi alimentari e l’eccessiva attività fisica.
Le dottoresse Victoria L. Bacon e Pamela J. Russell, entrambe del Bridgewater State College nel Massachusetts, hanno esaminato 99 atleti universitari di sesso maschile e 86 di sesso femminile. Tutti gli studenti, per la maggior parte di razza bianca, avevano disputato gare nella terza divisione di atletica.

I ricercatori hanno valutato cinque tipi di dipendenze: dipendenza dal gioco, abuso di sostanze, disturbi alimentari, abuso di attività fisica e di alcol, e le risposte degli studenti sono servite a determinare se si trattasse di comportamenti compulsivi problematici oppure di vere e proprie dipendenze.
Secondo il rapporto pubblicato sul numero primaverile della rivista The Sport Journal, la ricerca ha dimostrato che un numero elevato di atleti universitari aveva almeno un comportamento compulsivo o problematico.

Per quanto riguarda i comportamenti problematici non rientranti nella classe diagnostica delle dipendenze, il più diffuso è l’abuso di attività fisica, mentre il meno diffuso l’abuso di sostanze.
La principale forma di dipendenza sembra essere il gioco d’azzardo, dato che circa il 15% degli studenti soddisfa i criteri diagnostici per questo tipo di dipendenza.
Secondo i ricercatori, gli atleti universitari rappresentano casi particolari, perchè affrontano sfide diverse rispetto ai propri compagni di studio che non sono atleti.
La sfida al successo, non soltanto in classe ma anche nello sport, procura all’atleta universitario diversi tipi di stress, legati alla gestione del proprio tempo e alla pressione da parte dei propri compagni.

La ricerca, però, non ha incluso studenti che non praticano alcuno sport, e quindi non è provato che gli atleti siano più propensi a un comportamento di dipendenza rispetto ad altri studenti.
Questa indagine suggerisce che occorrono studi più approfonditi per stabilire il modo migliore per aiutare gli atleti universitari a tenersi lontano dalle dipendenze.

FONTE: The Sport Journal .


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti