Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Cosa non si farebbe per un addome piatto?

di
Pubblicato il: 24-07-2012

Quale donna non sogna un addome piatto? La dietista americana Erin Palinski suggerisce 5 cibi per un addome piatto da far invidia alle star

Cosa non si farebbe per un addome piatto? © Photos.com Sanihelp.it - Poter sfoggiare un addome piatto al mare con il bikini all’ultima moda è sicuramente il sogno di moltissime donne.

La dietista Americana Erin Palinski nel suo libro «Belly fat diet for dummies» svela come incentivare il consumo di 5 particolari alimenti può aiutare ad avere un addome piatto, poiché questi alimenti contengono tutta una serie di nutrienti che possono aiutare a scomporre i grassi che tendono ad accumularsi nella fascia addominale.
Secondo uno studio condotto presso la University of Michigan Cardiovascular Center includere regolarmente nella propria dieta i mirtilli può aiutare a ridurre in maniera significativa il grasso che tende ad accumularsi sul punto vita per l’elevato conenuto dei mirtilli di antocianine molecole che si comportano come una sorta di sciogli grasso.

Mangiare la metà di un pompelmo tre volte al giorno prima dei pasti può aiutare a perdere peso: ricercatori della Louisiana State University hanno fatto mangiare metà pompelmo prima dei pasti per 12 settimane a persone in sovrappeso che pur non modificando la loro dieta con quest’accorgimento hanno perso circa 4 kg, molto probabilmente perché l’acidità del pompelmo rallenta il tempo della digestione e induce a introdurre meno calorie durante il pasto.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Proteome Research consumare una manciata di noci al giorno (all’incirca una trentina di grammi) aiuta ad eliminare il grasso addominale, poiché il loro consumo incide sui livelli circolanti di serotonina, una sostanza implicata nel senso di sazietà e appagamento.

Anche il consumo regolare di yogurt greco può aiutare ad avere un addome più piatto, poiché questo yogurt ha un elevato contenuto proteico (circa il doppio rispetto ad uno yogurt normale); le proteine si digeriscono più lentamente e quindi si rimane sazi più a lungo, lo yogurt greco,inoltre, come tutti i latticini è ricco di arginina, un aminoacido sciogli-grasso.

Erin Palinski, infine, consiglia di incentivare il consumo di cibi ricchi di vitamina C come la paprika o i kiwi, poichè questa vitamina  aiuta a contrastare lo stress che spesso porta a mangiare per calmare lo stress e l’agitazione.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Belly fat diet for Dummies

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti