Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Pic-nic e grigliate: i batteri non sono invitati

di
Pubblicato il: 12-07-2005

Durante i pranzi all'aria aperta non si deve dimenticare la salute. Attenzione a preparazione, cottura e conservazione dei cibi: le contaminazioni sono in agguato...

Sanihelp.it - Cosa c’è di meglio di un pranzo all’aperto per rilassarsi nelle giornate di vacanza? Che siate al mare, in montagna o semplicemente in giardino non importa, il divertimento è assicurato.
L’igiene e l’attenzione per il cibo, però, non devono essere lasciate a casa.
Ogni anno infatti vengono segnalati, soprattutto d’estate, molti casi di malattie di origine alimentare, che hanno come protagonisti in particolare bambini e anziani.

Per proteggersi basta seguire alcuni semplici accorgimenti, suggeriti dal professor F.M. Rombouts, ordinario di microbiologia degli alimenti presso la Wagenigen Agricultural University in Olanda.

I primi consigli riguardano la preparazione degli alimenti:

  • Innanzitutto seguite scrupolosamente le indicazioni riportate sulle etichette, in particolare la data di scadenza e la dicitura conservare in luogo fresco.
  • Lavate le mani per almeno 20 secondi con sapone prima e dopo l’uso degli alimenti crudi, e pulite con acqua calda e detersivo il piano di lavoro usato.


Bisogna poi prestare attenzione ai cibi crudi, facilmente intaccabili dai batteri:

  • Se dovete marinare carne cruda, pesce o pollame, fatelo in un piatto di vetro da riporre subito in frigorifero.
  • Per evitare contaminazioni, usate due piatti diversi per i cibi cotti e per quelli crudi.


Un’attenzione particolare va dedicata alla cottura della carne durante il barbecue:

  • Per uccidere tutti i batteri, il pollame andrebbe cucinato a 74°C, gli hamburger a 71°C e i tagli grossi di carne a una temperatura variabile tra i 60°C e i 70°C a seconda di quanto la preferite cotta. Sarebbe molto utile un termometro per la carne.
  • Controllate sempre che la cottura sia terminata anche all’interno, tagliando il cibo ancora sulla griglia.


La giusta temperatura ha grande importanza anche per la conservazione dei cibi, ad esempio se volete portare al pic-nic cibi già preparati a casa. In questo caso il freddo è un ottimo alleato:

  • Dopo aver preparato i cibi nelle giuste quantità (non esagerate!), raffreddateli a fondo e metteteli in una borsa termica con mattonelle di ghiaccio per tenerli a 4°C.
  • Una volta arrivati a destinazione, tenete la borsa nel luogo più fresco possibile, e controllate il cibo: per essere sicuro deve avere la superficie ancora fredda.


A questo punto il pic-nic è sicuro…buon appetito!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti