Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dolore: attenzione all'effetto catastrofe

di
Pubblicato il: 04-09-2012
Sanihelp.it - La tendenza a rimuginare sul proprio dolore porta a enfatizzarlo e ingigantirlo: numerosi studi dimostrano che il 7 e il 31% del dolore percepito è determinato dal cosiddetto effetto catastrofe. Oggi sono disponibili tecniche e trattamenti psicosociali per gestire il dolore, ma gli esperti sottolineano come siano sottoutilizzati, con il risultato di esporre i malati a sofferenze inutili.

L’obiettivo è agire sui fattori psicologici e sociali che peggiorano il dolore come stress, ansia, ambiente lavorativo e familiare, status e condizione economica. Gli studi esistenti hanno evidenziato i benefici dei percorsi cognitivi, motivazionali ed emotivi messi a punto per aiutare il malato ad accettare e gestire il proprio dolore senza esasperarlo.

Il prossimo passo vedrà il coinvolgimento dei sistemi sanitari con l’obiettivo di mettere a disposizione dei malati approcci e interventi psicosociali, che potrebbero aiutare a prevenire dolori persistenti e disabilità legate al dolore.

La nuova frontiera degli interventi psicosociali passa attraverso Internet e le nuove tecnologie telematiche, che possono aiutare a diffondere gli interventi psicosociali su larga scala, offrendo sistemi di supporto telefonico e training online.

Le applicazioni sono numerose e comprendono attività guidate di rilassamento, consulenza telematica, percorsi motivazionali per comprendere meglio il ruolo che i pensieri, le sensazioni e i comportamenti possono avere sulla percezione del dolore e sessioni dedicate a mantenere le competenze acquisite per evitare ricadute e facilitare la gestione quotidiana.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Congresso Mondiale sul Dolore

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti