Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Un italiano su sei non li usa

Seggiolini per auto: salvavita dei bambini

di
Pubblicato il: 04-09-2012

Una ricerca rivela che sono poco usati. Invece sono irrinunciabili: parte una campagna rivolta ai genitori.

Seggiolini per auto: salvavita dei bambini © Photos.com Sanihelp.it - Secondo una recente ricerca, un italiano su sei non usa il seggiolino per i bambini in auto. I motivi? La pigrizia dei genitori, i capricci dei piccoli, l'errata convinzione che il bambino sia troppo grande per utilizzare il seggiolino. Eppure l'utilizzo di questi dispositivi riduce del 70% le probabilità di morte e dell'80% quelle di lesioni serie.

I bambini rischiano più degli adulti, in caso di incidente, di essere proiettati in avanti o fuori dell'abitacolo a causa della loro taglia ridotta. E questo vale sia per i lunghi viaggi in autostrada che per i brevi tragitti in città.

Inoltre, la scarsa resistenza muscolare e la delicatezza degli organi li espongono maggiormente al rischio di lesioni. Per questo, oltre che per un preciso obbligo di legge, i bambini devono sempre viaggiare con gli appositi sistemi di ritenuta, fin dal loro primo percorso in auto.

Per aumentare la consapevolezza dei genitori sull'importanza delle corrette misure di sicurezza nel trasporto dei piccoli, l’Automobile Club d’Italia ha attivato su tutto il territorio nazionale una campagna di sensibilizzazione denominata TrasportACI Sicuri.

Obiettivo del progetto è informare e dare suggerimenti agli adulti sui comportamenti corretti da seguire nel trasporto dei bambini in automobile, a cominciare dalla scelta giusta del seggiolino e al suo corretto utilizzo.

Per esempio è importante, all'atto dell'acquisto, verificare che il dispositivo sia adeguato al peso e alla taglia del bambino: se è troppo largo, le cinture di cui è dotato o le normali cinture che utilizza potrebbero non svolgere bene la loro funzione di contenimento.

Verificare anche l'esistenza del marchio di omologazione che certifichi l’idoneità per il trasporto del bambino nonché la completezza e comprensibilità delle istruzioni di montaggio; può essere utile simulare le manovre di montaggio quando sè ancora nel negozio.

Da quest’anno il progetto si rivolgerà direttamente anche ai bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. È stato ideato materiale didattico realizzato sulla base delle esperienze maturate nel corso delle iniziative passate e delle diverse capacità di apprendimento dei piccoli.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ACI

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti