Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Troppo sport favorisce le rughe e l'invecchiamento precoce

di
Pubblicato il: 12-09-2012
Sanihelp.it - Si è parlato di quanto facciano sesso i partecipanti ai Giochi, della moda di tingersi le unghie, dei candidati al titolo di miss e mister Olimpiadi. Poi ci ha pensato un articolo (di dubbio gusto, a dire il vero) della testata tedesca Bild, a puntare l’indice sulla scarsa femminilità di atlete non particolarmente attraenti da un punto di vista estetico.

Il rapporto tra bellezza fisica e agonismo ai massimi livelli, insomma, è quanto mai attuale. E l’eccesso di agonismo può rivelarsi controproducente per l’estetica. A lanciare l'allarme è il professor Mario Dini, specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica a Firenze e Milano. «La pratica sportiva a livello agonistico comporta in primis un assottigliamento del tessuto sottocutaneo del viso.

Se non fare sport è un errore, l’eccesso è altrettanto sbagliato per chi tiene al proprio aspetto. Il rischio è infatti quello di un invecchiamento precoce: lo sforzo fisico continuo cui è sottoposto l'atleta che si allena tutti i giorni è la causa diretta della rugosità dei tratti».

«In un atleta che si prepara per una gara importante - continua l'esperto -  il viso è destinato a risentirne, perché nel corso del tempo si svuotano di grasso le strutture intorno agli occhi. Più ci si sforza alla ricerca dell’exploit migliore, tanto più lo scheletro facciale tende a venir fuori.

Ciò determina le disarmonie estetiche che si sono viste in televisione. Ci sono discipline che segnano il viso e il corpo degli atleti più di altri: è il caso del sollevamento pesi, del pugilato (per i traumi facciali), il ciclismo o la maratona, dove va considerata anche la prolungata esposizione al sole.

Il pericolo è in agguato anche al termine dell’attività: diventa molto facile acquistare peso. Il rimedio? Uscire dallo sport agonistico in modo graduale, ove possibile, altrimenti ricorrere alla chirurgia estetica. Un intervento può contrastare l'invecchiamento precoce grazie a infiltrazioni di acido ialuronico, al botulino, oppure attraverso la blefaroplastica, il lifting del viso, il lipofilling, la liposuzione e liposcultura.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Mario Dini, specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti