Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Vini biologici: Italia promossa in qualità e gusto

di
Pubblicato il: 20-09-2012
Sanihelp.it - Italia batte Germania, almeno sulla qualità dei vini biologici: il test comparativo di Altroconsumo, realizzato su 14 vini rossi prodotti con uve da agricoltura biologica, ha sancito l’ottimo rapporto buona qualità/prezzo e soprattutto la quasi totale assenza di solfiti, presenti in tenori bassissimi.

Il nuovo regolamento che disciplina la produzione di vino biologico, in vigore dal agosto 2012 e che riguarderà le prossime produzioni, prevede per i solfiti limiti più rigorosi, con tenori massimi consentiti – per i rossi - di 100 mg/l, contro i 150 previsti per i tradizionali. I tedeschi hanno però chiesto e ottenuto per i biologici di propria produzione di tenere alti i livelli di solforosa – per ragioni climatiche.

Il test di Altroconsumo ha riscontrato sui 14 prodotti quantitativi ben al di sotto dei limiti legali: solo due prodotti su 14 raggiungono 92 mg/l, tre ne sono privi, gli altri raggiungono livelli inferiori a 68 mg/l.

Assenti in toto i pesticidi che vengono più utilizzati sulle uve – ricerca, risultata vana, di 65 fitofarmaci (la legge per i prodotti biologici esclude l’uso di pesticidi, ma ammette in caso di grave rischio per una coltura l’uso di alcuni prodotti fitosanitari autorizzati nella produzione biologica) e di metalli pesanti più diffusi in quanto contaminanti ambientali, quali cadmio e piombo.

Anche il rapporto tra anidride solforosa libera e solforosa totale, significativo in quanto ci dà indicazioni sulla qualità della tecnologia utilizzata, ha dato risultati piuttosto soddisfacenti. Gradimento anche sulla prova d’assaggio, realizzata con il metodo scientifico dell’analisi sensoriale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Altroconsumo

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti