Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Pidocchi: nuovo metodo anti-resistenza

di
Pubblicato il: 18-09-2012

I pidocchi sono sempre più bravi a resistere ai trattamenti oggi disponibili. Inoltre un uso eccessivo di questi prodotti può rovinare i capelli dei bambini e avere effetti tossici. Ecco l'alternativa.

Pidocchi: nuovo metodo anti-resistenza © Photos.com Sanihelp.it - Se a preoccupare i piccoli è il ritorno ai lunghi orari di studio e compiti in classe, quel che maggiormente temono i genitori, con la riapertura delle scuole, è la ricomparsa di malattie infettive e diffusive. Tra queste, la Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP) segnala il riemergere della pediculosi, che presenta un picco di diffusione proprio in questo periodo dell’anno e che colpisce soprattutto i bambini in età scolare, dai 3 agli 11 anni.

È questo un periodo fecondo per i parassiti. Infatti, nei luoghi di vacanza, i bambini contraggano i pidocchi e li trasmettono ai loro genitori; poi, con la ripresa di scuola e lavoro, la diffusione nelle classi e nei luoghi di lavoro diventa estremamente facile.

Ecco alcuni consigli dalla professoressa Susanna Esposito, Direttore della UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione Policlinico di Milano e Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP).

«Un trattamento scrupoloso risolve facilmente il problema, ma non garantisce infestazioni successive, poiché nessun prodotto ha effetto preventivo - spiega l'esperta - I trattamenti con insetticidi sono efficaci, ma l'uso ripetuto e prolungato può dare problemi, primo fra tutti, la loro aggressività sulla cute dei bambini e quindi sulla loro salute».

Un secondo aspetto da considerare è la crescente resistenza degli insetti alle sostanze utilizzate, con la comparsa di quello che oggi si definisce il Superpidocchio. «Per arginare il problema della resistenza e non rovinare i capelli dei nostri bambini, si può usare il metodo della pettinatura a capelli umidi, senza trattamenti insetticidi», afferma la dottoressa Esposito.

Questo metodo conviene quando si hanno reinfestazioni periodiche e ripetute di pidocchi. Si procede così:

- lavate i capelli con lo shampoo normale, usando molto balsamo o prodotti appositi presenti in farmacia; mentre il capello è ben bagnato pettinate dalla radice con un pettine a denti fini, assicuratevi che i denti del pettine entrino tra i capelli alla radice al ogni colpo

- pulite con un pezzo di carta il pettine dai pidocchi

- i pidocchi bagnati faticano a scappare e il balsamo rende i capelli molto scivolosi impedendo alla lendine di mantenere la presa e rendendo la rimozione con il pettine più facile

- ripetete questa operazione ogni tre o quattro giorni per tre settimane, così che ogni pidocchio nato dalle uova venga rimosso prima che possa riprodursi.

Bisogna sottolineare che questo metodo non ha controindicazioni ma può essere molto stressante sia per il bambino che per chi compie l'operazione!

Contro il fenomeno della resistenza e per evitare problemi di tossicità, esistono anche prodotti efficaci contro i pidocchi e le lendini che non contengono agenti chimici ma solo composti di origine vegetale (principalmente oli essenziali e aceto di mele), e si basano su un’azione di tipo meccanico: penetrano nelle vie respiratorie dell’insetto e nelle uova, ne avvolge il corpo, provocandone il soffocamento (esempi: Neo PidoK.O Olio di Bioscalin, Puressentiel Spray Antipidocchi).

Non sviluppano resistenza, sono sicuri perché 100% naturali (quindi utilizzabili anche nei bambini molto piccoli) e hanno un'efficacia dimostrata. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SITIP

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti