Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Omeopatia, erbe e riflessologia del piede

Cure dolci per i disturbi in rosa

di
Pubblicato il: 18-09-2012

Disturbi mestruali e sintomi della menopausa possono rendere la vita impossibile. Ecco i consigli degli esperti in medicine naturali.

Cure dolci per i disturbi in rosa © Photos.com Sanihelp.it - Per molte donne, il ciclo mestruale si presenta sempre più spesso irregolare, alterato, doloroso. E a volte le mestruazioni non compaiono per lunghi periodi, nonostante non sia in arrivo un bebè.

Per la gestione di queste anomalie mestruali, in costante aumento e le cui cause non sono ancora del tutto conosciute, la medicina tradizionale consiglia il ricorso a terapie ormonali, tranquillanti e analgesici. Queste soluzioni, che in molti casi garantiscono risposte apprezzabili, non sono però l’unica scelta a disposizione delle donne. La medicina naturale propone opzioni efficaci e senza effetti collaterali.

«A seconda dei vari disturbi, l'omeopatia propone rimedi che hanno dimostrato sul campo un’indiscutibile efficacia: Pulsatilla e Ignatia amara sono sicuramente quelli che garantiscono le migliori risposte, ma è importante personalizzare la cura con rimedi specifici per il singolo caso», afferma Antonella Ronchi, medico e presidente della Federazione Italiana delle Associazioni e dei Medici Omeopati (FIAMO).

Un’altra condizione in cui gli omeopati possono intervenire con successo è quella dei sintomi della menopausa. Ci sono alcuni rimedi preziosi in questa fase della vita, ma anche in questo caso è essenziale una buona individualizzazione, sfuggendo alla tentazione di dare a tutte le donne lo stesso medicinale, per esempio Lachesis.

«I vegetali ricchi di fitoestrogeni sono in grado di sopperire in maniera naturale alla carenza degli ormoni, combattendo vampate, osteoporosi, atrofia della cute, secchezza delle mucose e altri disturbi - aggiunge Roberto Solimè, erborista e fitocosmetologo - Inoltre vengono meglio tollerati dall’organismo, consentono di personalizzare il trattamento e di scegliere il rimedio che meglio abbraccia i sintomi.

Di notevole rilevanza la soia, i cui isoflavoni sono in grado di ridurre sia i sintomi dovuti alla carenza di estrogeni che caratterizzano le mestruazioni, sia i disturbi che in genere accompagnano la seconda metà del ciclo, come insonnia, crampi, tensioni, malumori».

Di notevole aiuto anche la riflessologia. «Nella civiltà orientale i piedi sono definiti la pianta della libido, cioè la zona del corpo che ha più a che fare con la fecondità, la sessualità e di conseguenza con tutto l’apparato riproduttivo – dice Daniela Roccatello, riflessologa - In questo senso, la riflessologia del piede può aiutare a risanare tanti disturbi femminili.

Nel periodo della pre-menopausa, per esempio, quando le mestruazioni diventano irregolari, il massaggio podalico può rimettere ordine nel ritmo del ciclo, stimolando nel piede ipofisi, tiroide, ovaie, utero, intestino tenue e colon. In questo modo, da una parte si cerca di ridare ordine al sistema endocrino e dall’altra si agisce come antinfiammatorio dell’intestino che, magari, in questo periodo diventa più pigro e favorisce il ristagno, all’interno dell’addome, di materiale tossico».

Quando la menopausa vera e propria è ormai in atto, il riflessologo lavorerà altre aree del piede al fine di stimolare la diminuzione dei disagi. Le aree riflesse da trattare sono l’apparato digerente, reni, surreni, vescica, diaframma, le dita dei piedi che riflettono il sistema nervoso e le emozioni quali rabbia, ansia, paura, pensieri ossessivi, tristezza.

Infine, due parole sulla dieta, con i consigli dell'esperta in medicina ortomolecolare. «Nell’ambito dei disturbi dell’apparato riproduttivo femminile sono note le azioni positive della vitamina B6 e del magnesio ma anche di zinco, olio di lino e vitamina E - raccomanda Cristina Fabbris, consulente aziendale nel settore degli integratori e delle vitamine - Molto importante per la salute riproduttiva è l’impiego di un complesso polivitaminico, mentre in menopausa il magnesio può dare un aiuto nella prevenzione dell’osteoporosi e Wild Yam per ridurre i sintomi del climaterio (vampate di calore, secchezza delle mucose)».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Convegno L’Altra medicina magazine SANA Bologna

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti