Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mal di schiena: a ciascuno il suo equilibrio

di
Pubblicato il: 15-10-2012
Sanihelp.it - Modifiche dell’ordine di millimetri e gradi possono fare la differenza tra un’operazione chirurgica che restituisce una vita libera dal dolore e un intervento che, a lungo termine, determina l’insorgenza di nuovi disturbi. Siamo nell’ambito della chirurgia spinale, volta al ripristino del giusto spazio tra due vertebre eccessivamente ravvicinate a causa di un’ernia discale.

Un nuovo software tedesco, chiamato VertaPlan, permette di pianificare e condurre operazioni estremamente precise e in grado di rispettare la geometria spinale specifica di ogni individuo.

Il software, inizialmente sviluppato per intervenire solo sul tratto lombare, è stato di recente implementato per il trattamento di tutta la colonna vertebrale. Da poco disponibile anche in Italia, la metodica ha già visto numerosi interventi condotti con successo in diverse cliniche universitarie tedesche.

Una delle cause più frequenti del mal di schiena, che solo in Italia colpisce oltre 15 milioni di persone, è la degenerazione dei dischi intervertebrali. Questi ultimi, perdendo spessore, non assolvono più appieno la loro funzione di cuscinetto tre le vertebre, che quindi si avvicinano al punto di comprimere le radici nervose in uscita dalla colonna, causando dolore.

Finora, nei casi in cui si rendeva necessario l’intervento chirurgico, la valutazione di quale dimensione e angolatura dovesse avere il distanziatore impiantabile non sempre poteva essere personalizzata sulla base della conformazione della persona. Ma se il dispositivo impiantato tra due vertebre non rispetta la specifica curvatura di quel segmento, può causare un sovraccarico in quelli adiacenti che, con il tempo, possono anch’essi degenerare.

Grazie a VertaPlan, durante la fase pre-operatoria è invece possibile calcolare in modo preciso al millimetro e grado la correzione chirurgica necessaria, ossia quale lunghezza, spessore e inclinazione deve avere il distanziatore da impiantare, affinché si inserisca armoniosamente all’interno della successione di vertebre.

Il sistema consente il ripristino dell’equilibrio sagittale del singolo individuo, per questo è uno strumento che potrà fornire al chirurgo spinale un supporto davvero prezioso.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
61░ Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Neurochirurgia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti