Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Grafologia

Le tre larghezze

di
Pubblicato il: 06-11-2012

Largo di lettere, largo tra lettere e largo tra parole: questi segni grafologici sono riconducibili all'apertura mentale, al grado di elaborazione delle informazioni e alla capacità di critica.

Sanihelp.it - Come ci spiega Andrea Cattaneo, consulente grafologo e consulente tecnico-giudiziario, le larghezze sono molti importanti in grafologia. Largo di lettere, Largo tra lettere e Largo tra parole sono composti a loro volta da tre sottospecie: equilibrato, eccessivo e insufficiente. Permettono di capire l’equilibrio psichico, affettivo e intellettivo raggiunto, se sono in atto paure o inibizioni che condizionano l’apertura e la libera manifestazione di se stessi.

Largo di lettere
Questo segno si valuta osservando quanto sono ampi gli occhielli delle lettere a,o e degli altri occhielli presenti nella grafia. Sono paragonabili a un contenitore tondo che racchiude tutto il nostro potenziale affettivo, psichico e intellettivo che può essere o meno sfruttato. 

Gli occhielli possono presentarsi:
- Eccessivamente larghi: sono più larghi che alti e risultano un po’ schiacciati. Questa ampiezza simboleggia un notevole potenziale umano pronto a essere attivato nei rapporti di scambio con l’ambiente. La mente è aperta, molto ricettiva, ma proprio per questo tende a essere dispersiva.

- Insufficientemente larghi: più alti che larghi, risultano simili a ovali. Esiste profondità, ma c'è difficoltà a interscambiare fluidamente con l’ambiente. Si tratta di persone selettive che si pongono in maniera cauta e attenta, la cui mente è interessata a specifici argomenti e portata all’approfondimento degli stessi.
- Equilibrati: larghi e alti in equilibrio, simili a cerchi perfetti. Esiste un buon potenziale affettivo, intellettivo e psichico in armonia con un'equa capacità potenziale di interscambiare con l’ambiente. La mente è aperta senza rischio di dispersione o di selettività.



Largo tra lettere
Questo segno si può valutare verificando quanto spazio viene lasciato tra una lettera e l’altra: se idealmente possiamo inserire un occhiello il segno è in equilibrio, più di un occhiello il segno è eccessivo, meno di un occhiello il segno è insufficiente. Questo segno grafologico permette di capire se il potenziale intellettivo, affettivo e psichico viene manifestato attraverso l’interscambio paritetico, se ci sono inibizioni e freni alla libera espressione dello slancio vitale, oppure se l’apertura agli altri è eccessiva. Il segno Largo tra lettere misura anche lo spazio concesso agli altri in rapporto alla considerazione che si ha per se stessi.

- Largo tra lettere equilibrato: se lo spazio fra una lettera e la successiva risulta largo come un occhiello medio della scrittura in esame indica che una volta acquisite le informazioni ci si concede il tempo necessario per elaborarle. Dal punto di vista affettivo si considera l’altro come se stessi. Si tratta di persone capaci di apertura equilibrata e che considerano i bisogni degli altri ma anche i propri.



Largo tra lettere insufficiente: fra le lettere si inserisce meno di un occhiello e ne consegue che il pensiero non viene ossigenato dal confronto con il pensiero altrui. Il mio modo di pensare prevale su quello dell'altro. Affettivamente considero l’altro con un'attenzione ridotta, ho più riguardi per me stesso. Si tratta di persone che hanno difficoltà a manifestare il proprio potenziale poiché mancano di reale interscambio paritetico, i propri bisogni sono più importanti di quelli degli altri e il pensiero è tinto di soggettività.



- Largo tra lettere eccessivo: quando nello spazio del legamento fra una lettera e l'altra si possono collocare più di un occhiello medio dello scritto considerato; significa che mi soffermo a lungo sul pensiero dell'altro mettendo in discussione la validità di quello che credo. C'è troppa elaborazione a scapito della decisione. Sul piano dell'affettività considero l’altro più di me stesso. Si tratta di persone proiettate alla considerazione degli altrui bisogni ritenuti più importanti dei propri.



Largo tra parole
Questo segno si può verificare osservando la distanza tra una parola e l’altra dello scritto e valutando quanti occhielli possono essere inseriti nello spazio esistente. Se possiamo collocare più di quattro occhielli medi il segno è eccessivo, se circa tre o quattro occhielli il segno è equilibrato, meno di tre il segno è insufficiente.



Rappresenta la capacità di critica, di riflessione e di verifica tra un pensiero e il successivo, tra un’azione e la seguente.
Ipercritica: Largo tra parole eccessivo. Indica una persona dubbiosa e ipercritica, difficilmente soddisfatta. Se si considera l'aspetto affettivo, rappresenta anche la distanza che si viene a creare nei rapporti umani che sono tinti di solitudine, isolamento, e scarsa spontaneità.
Ipocritica: Stretto tra parole. Indica un pensiero e una conseguente azione immediata e poco ponderata, le decisioni vengono prese con intuito più che con la ragione. La persona si manifesta affettivamente con vivacità, mancando a volte di controllo.
Critica equilibrata: Largo tra parole medio. Si tratta di una persona che prima di agire valuta con attenzione, raccoglie informazioni e riflette sulle conseguenze. Segno di maturità e favorisce l’oggettività ,la presa di coscienza di sè e della realtà circostante


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.grafologiaca.altervista.org

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti