Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Chirurgia plastica: regole più severe in tutta Europa

di
Pubblicato il: 08-11-2012
Sanihelp.it - Nuove leggi per regolamentare il settore della chirurgia plastica stanno comparendo in numerosi Paesi, come risposta a un'esigenza diffusa di maggiore severità in un ambito che per anni è stato in balia di sedicenti specialisti e chirurghi improvvisati.

L'ultima in ordine cronologico ad averlo fatto è l'Austria, che ha introdotto regole restrittive e piuttosto severe. I punti più importanti della normativa austriaca, che entrerà in vigore dal 2013, prevedono l'esclusione da qualsiasi tipo di intervento a fine estetico nei minori di 16 anni. Per quelli compresi tra i 16 e i 18 anni, invece, è richiesto non solo il consenso dei genitori, ma anche una valutazione psicologica obbligatoria. Inoltre gli interventi dovranno essere eseguiti solo da chirurghi plastici veri e certificati.

Le autorizzazioni sono rilasciate dall'Ordine di Medici Austriaco (Austrian Medical Association). Inoltre, sono obbligatorie due settimane di tempo tra il primo incontro con il medico e la firma del consenso. Norme più severe anche nella pubblicità: per esempio, dovrà essere esplicitato quando in un'immagine è stato usato il fotoritocco.

A oltre due anni di distanza dallo scandalo delle protesi francesi, diversi Paesi sono corsi ai ripari prendendo provvedimenti. Tra questi la Francia, che ha limitato l'esecuzione di alcuni interventi agli specialisti, e l'Inghilterra, che ha condotto un'indagine governativa su caratteristiche, usi e costumi della medicina e della chirurgia estetica inglese. In Italia da luglio di quest'anno è entrata in vigore la legge Martini, che vieta le operazioni su minorenni e stabilisce che solo chirurghi specialisti possono eseguire interventi chirurgici per l'aumento del seno.

Nel nostro Paese i chirurghi plastici che hanno una formazione e una competenza specifica possono essere riconosciuti in base all'iscrizione alle due associazioni che raccolgono solo chi ne possiede i requisiti, ovvero Aicpe e Sicpre. Sui siti si trova l'elenco completo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa Aicpe

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti