Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mente in forma anche al mare

di
Pubblicato il: 20-07-2005

In vacanza si può tenere in allenamento anche il cervello. La neurobica suggerisce alcuni esercizi semplici e divertenti per accendere tutti i sensi...

Sanihelp.it - In vacanza ami oziare sotto l’ombrellone, ma alla lunga il dolce far niente ti annoia.
Vuoi una valida alternativa? Prova la neurobica: anche se il nome si rifà allo sport dell’aerobica, non dovrai sforzare glutei e bicipiti, ma il cervello.

L’obiettivo della neurobica, infatti, è quello di potenziare l’agilità e la flessibilità della mente per tenerla viva e attiva fino alla vecchiaia.
Per farlo bisogna seguire un programma di esercizi che stimolano il cervello ad affrontare esperienze nuove, usando i sensi in modo diverso dal solito. In questo modo si spezza la routine dei processi intellettivi, che è la prima causa dell’invecchiamento cerebrale.

Probabilmente, leggendo queste parole, penserai che non è il tuo caso, che tu il cervello lo usi benissimo, ma ti sbagli.
In realtà, come tutti noi, ti sei abituato nell’età adulta a conoscere e immagazzinare ricordi di luoghi o persone sfruttando solo la vista.
Un esempio? Se camminando per strada trovi un sonaglino, gli lanci un'occhiata e lo cataloghi all’istante. Un bambino invece lo raccoglie per osservarlo da vicino, lo scuote per sentire che rumore fa e alla fine lo assaggia per sentirne il sapore.
Questo perché il suo cervello sfrutta molto di più la multisensorialità per creare un patrimonio di associazioni nuove.

Non è che tu non sia più in grado di farlo; semplicemente hai abituato la tua mente a viaggiare con il pilota automatico, ripetendo sempre le stesse operazioni per comodità.
La neurobica in un certo senso può farti tornare bambino, dando un taglio alle abitudini quotidiane e rimettendo in moto tutti i sensi.

Allora, vuoi provare? Inizia dal buongiorno. Anziché svegliarti con il solito aroma di caffè, tieni sul comodino una boccetta di essenza del tuo aroma preferito, e annusala quando ti alzi: attiverai percorsi neurali diversi. Poi prova a lavarti, pettinarti, raderti o mettere il costume con la mano sinistra (la destra se sei mancino), così attiverai l’emisfero del cervello che di solito usi meno.

E quando devi scegliere i vestiti fallo a occhi chiusi, affidandoti solo al tatto…all’inizio è difficile, ma ti sembrerà di avere un guardaroba tutto nuovo!

Anche se in vacanza ti trovi già in un luogo diverso dal solito, la routine è sicuramente in agguato, perché si tende a mantenere le abitudini quotidiane di tutto l’anno.
Tu cambia: vai in spiaggia seguendo una strada diversa, e prova a far la spesa al mercato anziché al supermercato. Sforzati di memorizzare questi nuovi luoghi non solo per immagini ma anche attraverso gli odori…scoprirai che siamo immersi in milioni di aromi diversi!

A questo punto sei sotto il tuo amato ombrellone, e puoi concederti un esercizio molto rilassante: turati le orecchie con i tappi e scopri il piacere di un mondo senza suoni. Forse tua moglie non ne sarà molto contenta, ma tu puoi concentrarti sul movimento rilassante delle onde, o cercare di cogliere le conversazioni di chi ti sta intorno solo seguendo il movimento delle loro labbra.

Per stimolare il gusto, invece, trasforma la cenetta al ristorante in un momento di socializzazione e di riscoperta dei sapori, ricordandoti ogni tanto di gustare qualche boccone in silenzio e senza annusarlo, oppure annusandolo ma senza guardarlo.
Il cibo ha una grande capacità stimolare il cosiddetto sesto senso, l’emozione, che condiziona molto la capacità di ricordare.

Vuoi provarlo nel modo più piacevole? Prova l’allenamento neurobico per l’eccellenza, fare l’amore.
Qui sensi ed emozione vanno di pari passo, e già normalmente si è più propensi ad abbandonarsi all’istinto.
Se poi ogni volta aggiungi qualche novità per stimolare i sensi, come l’olio per massaggi, una musica romantica, dei bastoncini d’incenso o un buon vino, il risultato è assicurato.

Allenati, e presto non dirai più «Ma dove ho messo le chiavi?».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti