Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Depressione, carenza di nutrienti e sindrome metabolica

di
Pubblicato il: 28-11-2012
Sanihelp.it - La depressione è una malattia molto complessa dalle mille sfacettature: lo ribadisce anche lo studio pubblicato sulla rivista Journal of Affective Disorders e condotto presso il dipartimento di Psichiatria dell' Hospital District of Southern Savo in Finlandia.

Gli autori dello studio hanno distinto i circa 3000 pazienti presi in esame in due gruppi: quelli con umore depresso ovvero portati a vedere tutto negativo e profondamente amareggiati da tutti e tutto e quelli invece nei quali la depressione si caratterizza soprattutto per la bassa autostima e l'ansia.
Dallo studio è emerso che i pazienti malinconici sono quelli con i livelli ematici più bassi di folati e vitamina B12 questi pazienti, infatti, tendono a lasciarsi andare e a non curare affatto la loro alimentazione.
In questi pazienti riequilibrare la dieta ottimizzando l'apporto di folati e vitamina B12 può determinare una sensibile riduzione dei sintomi depressivi.

I pazienti con bassa autostima e ansia, invece, sono più a rischio di sviluppare sindrome metabolica perchè non perdono interesse per il cibo, ma anzi tendono a mangiare in maniera incontrollata; per loro la somministrazione di vitamina B12 e folati non produce miglioramenti sulla loro patologia.
Questi aspetti dovrebbero essere tenuti in considerazione quando si decide la terapia per la depressione perchè devono guidare nella scelta più appropriata del farmaco e anche nel consigliare un piano dietetico  adeguato.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti