Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gli stiranti per i capelli sono sicuri?

di
Pubblicato il: 27-12-2012
Sanihelp.it - Quando la chioma è riccia, mossa, crespa o ribelle, per ottenere una buona lisciatura l’unica soluzione è ricorrere agli stiranti per capelli, cosmetici che agiscono sulle fibre del capello, modificandole. Gli stiranti per capelli sono prodotti sicuri. Infatti gli ingredienti presenti nella loro formulazione – nelle concentrazioni permesse -, sono sicuri per la salute umana, al pari di tutti gli altri ingredienti impiegati dall’industria cosmetica.

Gli stiranti agiscono modificando la conformazione naturale della cheratina. In particolare, i prodotti relaxer modificano i legami tra i singoli amminoacidi che si trovano all’interno delle fibre di cheratina. L’effetto stirante ottenuto in questo modo ha una durata di circa sei-otto settimane. La crema stirante e il liquido di fissaggio, invece, costituiscono un doppio trattamento che interviene sui legami esistenti tra i filamenti di cheratina, i cosiddetti ponti disolfuro, la cui posizione determina la forma del capello. I risultati si protraggono fino a sei mesi.

In commercio si trovano creme stiranti con concentrazioni diverse di acido tioglicolato, per adattarsi opportunamente ai vari tipi di capello. Questi cosmetici sono arricchiti con principi attivi nutrienti, idratanti e condizionanti, così che a fine trattamento il capello risulti morbido, lucido e setoso.

Alcuni di questi prodotti, provenienti da Paesi extra-europei e notevolmente diffusi sul mercato negli ultimi anni, sono stati oggetto di critiche per la presenza, nella loro formulazione, di alti quantitativi di formaldeide. Nei cosmetici l’uso di formaldeide è autorizzato come conservante, sino a una concentrazione massima dello 0,2%.

Nel corso degli ultimi anni sono stati ritirati dal mercato europeo e italiano alcuni prodotti utilizzati per la stiratura dei capelli contenenti formaldeide a concentrazioni fino a 20-30 volte superiori la massima concentrazione consentita, frequentemente importati in Italia da paesi extra-UE, in particolare dal Brasile.

Questi prodotti, molto apprezzati per l’effetto lisciante, non sono conformi ai requisiti previsti dalla normativa europea e nazionale sui cosmetici. L’individuazione e l’obbligo di ritiro dal mercato di questi prodotti dimostrano che il sistema dei controlli gestito dalle autorità competenti europee e nazionali funziona bene.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Portale informativo dell'Unipro http://www.abc-cosmetici.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti