Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il sesso si fa anche con il naso

di
Pubblicato il: 25-06-2004

Il naso non è solo il terreno della tua perenne battaglia contro i punti neri è anche uno strumetno per scoprire qualcosa di nuovo sull'altro sesso.

Sanihelp.it - Credi che il naso serva solo per scegliere un profumo? Ti sbagli.
In quanto sede dell’olfatto, il naso ha una funzione fondamentale nell’universo della sessualità.
L’odore unico emanato da ogni corpo è una sorta di carta d’identità olfattiva, che può scatenare forti attrazioni o repulsioni sessuali: in un certo senso, è proprio il naso a scegliere il compagno o la compagna d’amore.

Il perché di questa magia sta tutto nelle sostanze chimiche rilasciate dalla pelle, che stimolano i recettori cellulari del tessuto olfattorio. Gli impulsi registrati vengono trasmessi al sistema nervoso centrale, che risponde con le reazioni emozionali e comportamentali che ben conosciamo.

Il nostro corpo accende il semaforo verde, o rosso, in modo non casuale: tutto dipende dai feromoni, sostanze prodotte dalle ghiandole presenti in bocca, ascelle, seno e area genitale.

I primi a entrare in gioco sono i feromoni di segnalazione veloce, che inducono le reazioni immediate come eccitazione o allarme, mediando le relazioni sociali e scatenando l’attrazione sessuale.
Non a caso vengono prodotti dal nostro sistema immunitario a partire dalla pubertà, e da quel momento in poi si mettono alla ricerca della maggiore compatibilità riproduttiva possibile con un esemplare dell’altro sesso.

Ma c’è posto anche per il romanticismo: merito dei feromoni ad azione ritardata, che generano la memoria olfattiva. Fin dai primi minuti di vita, quando ci insegnano a riconoscere la mamma dall’odore prima ancora che da qualsiasi altro stimolo, questi importantissimi ormoni creano un universo di odori e ricordi fondamentale per la vita adulta affettiva.

Il riconoscimento dell’odore reciproco, da quello della mamma a quello del partner, non sbaglia mai, ed è molto sensibile. Se la mamma è stressata, ad esempio, l’odore del suo corpo trasmette al bambino un segnale d’allarme che lo farà piangere senza una ragione apparente.

Incredibile potere degli ormoni…ma non è finita qui! I feromoni agiscono anche sul gusto, e questo spiega perché se l’odore del partner piace, piacerà anche il gusto dei suoi baci.
L’intesa sessuale di una coppia si capisce soprattutto da questo: se questi due segnali non ti piacciono, o non ti piacciono più, forse c’è qualcosa che non và.

Ne deriva anche una malattia, la sindrome di Kalman, in cui la mancanza congenita dell’odore femminile rende l’uomo sterile e privo di ormoni maschili.

Insomma, quello dei feromoni e dell’olfatto è un meccanismo infallibile e vecchio quanto l’uomo. Non è un caso, quindi, se la sensibilità olfattiva femminile raggiunge il suo picco durante l’ovulazione, aumentando la disponibilità alle avances maschili proprio quando è massima la possibilità di concepimento.

Narici ben aperte allora: avere un uomo accanto potrebbe anche essere un toccasana per i dolori mestruali, grazie all’azione regolatrice dei feromoni maschili sull’ormone luteinizzante che controlla le ovaie.
La spiegazione scientifica è recente, ma gli antichi l’avevano già intuito, e consigliavano: «sposati, che ti passa!».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Esseredonna

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti