Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il benessere? È buon cibo, ottimismo e salute

di
Pubblicato il: 04-02-2013
Sanihelp.it - Crisi, smog e mancanza di tempo ostacolano il benessere delle persone, mentre ottimismo, buon cibo e salute lo favoriscono: sono i risultati di una ricerca condotta in sette Paesi sul tema del benessere. 

Dalla ricerca emerge che i nemici del benessere sono legati a fattori esterni come l’economia e l’ambiente: più di un terzo delle persone intervistate ha dichiarato che il benessere della propria famiglia è diminuito a causa della crisi finanziaria e che l'inquinamento è visto come la minaccia più grande per il benessere futuro. In testa ai nemici del benessere è risultata anche la mancanza di tempo.

Più della metà degli intervistati (54%) ha dichiarato che la tecnologia contribuisce al benessere, mentre il 46% la considera una minaccia. Il 5% afferma addirittura che accetterebbe con piacere la possibilità di avere un clone... Il 25% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni è preoccupato perché crede che la sua ossessione per la tecnologia e i social network incoraggi una vita più sedentaria, e quindi l'obesità. Cresce il fenomeno dei cyberchondriacs, persone che cercano on line le informazioni sui sintomi fisici legati al proprio stato di salute. In testa alle autodiagnosi c’è la depressione (10%) seguita dall’emicrania (8%) e dai problemi legati all’obesità (6%).

Ciò che più terrorizza le persone è l’eventualità di ammalarsi di cancro e non riuscire a guarire. A pari merito, la paura di morire di vecchiaia e in un incidente che terrorizzano il 12% del campione, seguiti nell’ordine da infarto, ictus e criminalità di strada. A spaventare gli inglesi e i giapponesi, sono invece rispettivamente gli attacchi di cuore e il morbo di Alzheimer.

Il principale alleato del benessere è la felicità: avere un atteggiamento positivo, mangiare del buon cibo e praticare una regolare attività fisica sono gli ingredienti giusti per mantenere il nostro benessere. Un terzo dei consumatori dichiara di pensare al cibo più del sesso. 

L’età in cui si raggiunge il massimo del benessere sembra essere quella dei 34 anni. Le donne sono ritenute in grado di raggiungere più facilmente il benessere rispetto agli uomini.

Per molti, la ricetta della felicità consiste anche nel mantenersi giovani: in testa ai desideri delle persone quello di mantenere la stessa età (32%) seguito dalla possibilità di poter cancellare i ricordi spiacevoli (26%) e di poter inserire nel proprio corpo un microchip per controllare con regolarità la propria salute (18%).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
McCann Truth Central, la global intelligence unit di McCann Erickson, multinazionale del settore dell’advertising, presenta Truth About Wellness, ricerca quantitativa con 7.000 rispondenti nei seguenti Paesi: Stati Uniti, Regno Unito, Brasile, Cina, Giappone, Sud Africa e Turchia, e un’integrazione di workshop e interviste a esperti negli Stati Uniti, Regno Unito, Giappone, Perù e Brasile.

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti