Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne senza desiderio ecco il rimedio

di
Pubblicato il: 16-07-2004

«Novanta volte su cento le donne si annoiano mentre fanno l'amore» affermava Georges Brassens, il Fabrizio de André d'oltralpe. In apparenza sembra un ritratto molto cupo della vita sessuale femminile. In apparenza …

Sanihelp.it - Una ricerca su scala mondiale ha affermato che solo il 5% delle donne è soddisfatto della propria vita sessuale e addirittura il 45% si dichiara completamente insoddisfatto. Perché? Che cosa succede? È colpa degli uomini? È colpa delle donne?

Come spesso accade, in ambiti intricati come quello sessuale non esiste una sola risposta. Dare la colpa al maschio è fin troppo banale e scontato. Certo in molti casi le donne non sono soddisfatte del proprio compagno, ma allora perché ci stanno insieme? E comunque va segnalato che una buona fetta di insoddisfatte, il 38%, dichiarano di avere problemi di desiderio sessuale al di la della relazione di coppia che stanno vivendo.

Nel primo caso c’è poco da fare: ridare vita al rapporto di coppia, sta a voi pensare come. Nel secondo caso forse la soluzione c’è.

Iniziamo a conoscere di cosa stiamo parlando: HSDD (hypoactive sexual desire disorder), desiderio sessuale ipoattivo, una patologia che coinvolge una donna su tre nei paesi industrializzati. Attualmente il rimedio non esiste anche se in alcuni laboratori statunitensi si sta lavorando alacremente per trovarlo.

Un recente studio apparso sull’edizione online di Proceedings of the National Academy of Sciences afferma che una particolare sostanza, la PT-141 potrebbe favorire l’accrescimento del desiderio sessuale nelle donne.

PT-141 è una sostanza che in qualche modo influisce sul livello dello MSH (Melanocyte - stimulating hormone). Il livello di MSH è legato alla produzione di estrogeni e infatti studi precedenti hanno dimostrato che nei momenti di picco dell’eccitazione sessuale, come per esempio il periodo dell’ovulazione, il livello di estrogeni è più alto così come quallo dell'MSH. Lo studio ha cercato di capire se il PT-141 è in grado di modificare questi livelli.

Dopo aver studiato il comportamento sessuale di topi femmine senza l’utilizzo del farmaco i ricercatori hanno iniettato in dosi casuali il PT-141. Esemplari maschili e femminili sono stati poi isolati e osservati. Le indagini hanno mostrato chiaramente che le topoline esibivano comportamenti sessuali molto più intensi sollecitando il maschio con frecciatine e continui saltelli.

«Il comportamento sessuale dei topi», fanno notare i ricercatori, «è differente da quello degli umani, però questi studi possono aprire la strada a una terapia mirata dei disordini del desiderio sessuale».

I tempi sono ancora lunghi, ma la speranza di non dover ricorrere al classico mal di testa esiste. Del resto è giusto che anche le donne abbiano a disposizione un piccolo aiutino per risolvere questo tipo di problemi, anche questo significa parità.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Proceedings of the National Academy of Sciences – Indagine SWG commissionata da Novo Nordisk

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti