Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Più colore nel piatto per salute

di
Pubblicato il: 13-02-2013
Sanihelp.it - Sono numerose le ricerche scientifiche degli ultimi anni che confermano quanto il consumo di frutta e verdura rappresenti il primo passo verso la salute. I polifenoli in esse contenute sono infatti potenti antiossidanti, in grado di rallentare l’invecchiamento e prevenire anche alcune malattie gravi. Secondo uno studio condotto dall'italiano Alberto Ascherio della Harvard University di Boston e pubblicato sulla rivista Annals of Neurology, infatti, l'assunzione di vegetali colorati, soprattutto di rosso e sfumature intense, è in grado di ritardare e rallentare l'esordio della sclerosi laterale amiotrofica (sla), riducendo quindi il rischio di questa malattia.

«Il risultato principale dello studio - spiega Ascherio - è che il consumo di cibi ricchi di carotenoidi, in particolare luteina e beta-carotene, è associato a un rischio ridotto di SLA. La luteina e il beta-carotene si trovano soprattutto in verdure di colore intenso, come gli spinaci, bietole, carote, etc. La riduzione del rischio osservata è del 25% confrontando i livelli più alti di consumo con quelli più bassi nella popolazione studiata'». Continua il professore «É importante però segnalare che questi sono risultati ancora preliminari, che devono essere confermati in studi ulteriori. Naturalmente, considerato che un consumo elevato di verdure (sino a 5-6 porzioni al giorno) è vantaggioso per altri aspetti della salute, tale consumo può essere raccomandato senza problema per la maggior parte delle persone».

Via libera dunque al consumo di carboidrati colorati, che sono da preferirsi a quelli raffinati poiché questi ultimi hanno un effetto nocivo sulla glicemia, soprattutto se consumati da soli. Non a caso il dottor Barry Sears, biochimico americano ricercatore del MIT, li etichetta nei suoi libri come sfavorevoli e ne consiglia un consumo limitato. L’inventore della dieta Zona suggerisce invece di inserire a ogni pasto e spuntino verdura e/o frutta colorati, da bilanciare con la corretta porzione di proteine magre e grassi buoni secondo la proporzione 40 30 30. In pratica ogni volta che mangiamo il 40% delle calorie di ciò che consumiamo deve provenire da una fonte favorevole di carboidrati, il 30% da proteine magre ed il restante 30% da grassi buoni.




FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ANSA

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti