Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cuore a rischio con le elezioni

di
Pubblicato il: 25-02-2013
Sanihelp.it - Così come accade agli appassionati di calcio, coloro che sono molto attenti alla politica hanno un rischio cardiaco maggiore nel periodo elettorale. La notizia arriva dal Meeting Internazionale su Fibrillazione Atriale e Infarto di Bologna, secondo cui il rischio di aritmie e infarti è addirittura triplo, soprattutto se il proprio partito perde.

Spiega Alessandro Capucci, presidente del Congresso e Ordinario di Malattie dell'Apparato Cardiovascolare all'Università Politecnica delle Marche: «Diversi studi hanno sottolineato che lo stress da campagna elettorale incide sul rischio di aritmie potenzialmente molto pericolose come la fibrillazione atriale. Si è visto, ad esempio, che durante la campagna elettorale chi segue i dibattiti e si interessa alle sorti del suo partito vede crescere i propri livelli di cortisolo, l'ormone dello stress. Se il proprio partito vince, poi, l'ormone cala e aumenta al contempo il testosterone; se invece il candidato sostenuto perde, si ha l'effetto contrario e il cortisolo continua a salire. Oltre a seguire una dieta sana e dormire a sufficienza, sarebbe opportuno mantenere un maggiore distacco dai fatti politici : queste elezioni, come le altre in passato, non saranno cruciali per la nostra vita, comunque vadano». 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Agenzia di stampa Ansa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti