Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Pagami e dimagrirò!

di
Pubblicato il: 12-03-2013

Può un incentivo economico spronare ad impegnarsi seriamente nella dieta? Sembrerebbe proprio di si, almeno stando ai risultati di uno studio americano.

Pagami e dimagrirò! © Photos.com Sanihelp.it - Fra i buoni propositi più quotati dalla maggior parte delle persone rientra sicuramente quello della dieta: se non c’è niente di più facile e comune che proporsi di mettersi a dieta, non c’è niente di più difficile che riuscirci.

Per seguire una dieta seriamente serve tanta forza di volontà, bisogna decidere di prendere in mano la propria vita e cambiarla virando, in maniera radicale, verso un’alimentazione più sana e uno stile di vita equilibrato.
Eppure una dieta può andare a buon fine non solo se ci si arma di tanta buona volontà, ma anche se è adeguatamente incentivata economicamente.
I soldi, quindi, possono motivare abbastanza da indurre anche gli irriducibili a decidere di dire basta a leccornie e calorie in eccesso?

Sembrerebbe proprio di si, almeno stando ai risultati conseguiti da uno studio condotto presso la Mayo Clinic che è stato presentato al meeting dell’ American College of Cardiology's.
Già altri studi avevano lasciato capire come i soldi possono essere un incentivo sufficiente alla dieta: nello studio in questione un centinaio di dipendenti della Mayo Clinic, di età compresa fra i 18 e i 63 anni, obesi (con un indice di massa corporea IMC vicino a 40) in maniera del tutto casuale sono stati suddivisi in due gruppi e sono stati monitorati per un anno.

Mensilmente è stata valutata la perdita di peso in entrambi i gruppi: i partecipanti del primo gruppo, però, se ogni mese riuscivano a perdere il numero di kg imposti dalla tabella di marcia della dieta hanno ricevuto un premio di 20 $, mentre quelli del gruppo 2 anche se hanno perso peso secondo la tabella programmatica, non hanno ricevuto alcun incentivo.

Dopo un anno si è visto che ben il 62% dei componenti del gruppo 1 hanno perso peso regolarmente pur di non perdere l’incentivo economico, la stessa costanza nella perdita di peso è stata registrata solo nel 26% del gruppo che non ha ricevuto alcun incentivo economico.

Possibile che i soldi possano spingere alla dieta e il peggiorare progressivo della salute a causa dell’obesità no?!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti