Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne

Se di notte lei va in apnea, sessualità a rischio

di
Pubblicato il: 09-04-2013

Uno studio italiano ha evidenziato un rapporto tra le apnee ostruttive notturne e le disfunzioni sessuali femminili.

Se di notte lei va in apnea, sessualità a rischio © Photos.com Sanihelp.it - Quando si parla di apnee notturne si fa riferimento alla sospensione del respiro per alcuni secondi durante il sonno, in genere tra un atto russatorio e l’altro. Ne soffrono il 9% dei maschi e il 5% delle donne, ma con la menopausa anche la percentuale femminile si stabilizza con quella degli uomini. Il problema determina disturbi durante il sonno, sonnolenza diurna e problemi cardio-vascolari gravi che possono portare a ictus e infarto. E può mettere a rischio, nelle donne, la salute intima.

Questo è quanto emerge dallo studio condotto dai ricercatori del Centro di medicina del sonno della Fondazione Maugeri di Pavia, guidati dal responsabile del centro, il dottor Francesco Fanfulla, e pubblicato sulla rivista scientifica Sleep medicine. L’indagine ha coinvolto 46 donne obese in premenopausa tra i 40 e i 50 anni, sessualmente attive.
 Le donne sono state sottoposte sia alla polisonnografia, per rilevare le apnee, sia alla valutazione delle funzioni sessuali attraverso due specifiche scale (Female Sexual Distress Scale e Female Sexual Function Index), una che valuta gli aspetti psicologici che possono determinare stress anche nella sessualità e l’altra la funzionalità fisiologica (desiderio, orgasmo, dolore, lubrificazione, eccitamento, soddisfazione). «Nel nostro studio la disfunzione è provocata dalle alterazioni sia della componente nervosa sia della componente vascolare; si parla quindi di disfunzione sessuale femminile solo se si verifica un'anomalia in entrambe le scale» chiarisce il dottor Fanfulla.

Su 46 pazienti, 14 avevano apnee ostruttive e 10 di queste manifestavano disturbi alla funzionalità sessuale. «Abbiamo rilevato una buona associazione tra lo sviluppo di disfunzione e la caduta dell'ossigenazione causata dalla presenza di apnee notturne durante il sonno. Abbiamo inoltre studiato l'aspetto psicologico della funzione sessuale e anche qui emerge che le donne che hanno un livello di distress alto manifestano più apnee» continua l’esperto. In pratica quindi, maggiore è lo stress che la donna sviluppa, maggiore è la comparsa di apnee e, sempre in base allo studio, le apnee possono influenzare negativamente alcuni aspetti fisiologici della sessualità: orgasmo, eccitabilità e soddisfazione. Un motivo in più per non sottovalutare le apnee e curarle.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Adnkronos

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti