Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Perché le patatine fritte sono così irresistibili?

di
Pubblicato il: 12-04-2013
Sanihelp.it - Una tira l’altra: una patatina sola e poi un’altra e poi un’altra ancora…ma perché le patatine sono così irresistibili?
Ad occuparsi della questione arriva uno studio scientifico presentato al 245th National Meeting & Exposition of the American Chemical Society sviluppato da ricercatori dell’ Università di Erlangen-Nureberg in Germania: secondo gli scienziati l’attrattiva esercitata dalle patatine fritte si può descrivere con il termine di iperfagia edonica, poiché le patatine si mangiano anche se si è già sazi e non si ha affatto fame.

Cosa accade nel cervello che spinge ad abbuffarsi di patatine anche se non si ha affatto fame?
Per capirlo i ricercatori hanno utilizzato delle cavie da laboratorio e attraverso tecniche strumentali sofisticate ne hanno studiato le risposte cerebrali quando assumevano una dieta standard, a base di sole patatine o a base di sostanze altamente caloriche e grasse.
Le patatine fritte attivano le aree cerebrali deputate alla ricompensa: più patatine si mangiano e più ci si sente appagati.

Perché però vi sono persone che riescono a smettere di mangiare patatine e altri no?
Chi riesce a smettere è dotato, forse, di una forza di volontà più spiccata che non lo porta a cedere alla tentazione di sentirsi così appagato come dopo aver ingurgitato tante patatine.
La ricerca, comunque, è estremamente interessante poiché, magari in futuro, si potrà pensare di modificare alimenti non proprio irresistibili come i cavoletti di Bruxelles, ma molto salutari al fine di farli diventare irresistibili come le patatine fritte!
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti