Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ne sono vittime grandi e piccini

Lotta al prurito con i rimedi naturali

di
Pubblicato il: 30-04-2013

Eczemi e dermatiti possono rendere la vita impossibile. I farmaci, talvolta, sono indispensabili, ma anche i rimedi naturali possono aiutare. La parola all'esperto.

Lotta al prurito con i rimedi naturali © Photos.com Sanihelp.it - La prima cosa da fare in caso di eczemi è ripulire la pelle. È quanto sostiene l'omeopatia. «L’eczema è l’espressione di un processo infiammatorio che interessa gli strati più superficiali della cute e si instaura in seguito all’azione di fattori di natura assai diversa, che possono agire dall’esterno o dall’interno dell’organismo - afferma il dottor Ruggero Cappello, Docente di Omeopatia presso la Scuola di Medicina bioterapica per medici e farmacisti, Docente di Medicina non convenzionale presso Uted (Provincia di Trento) - Sulla pelle compaiono aree arrossate, tumefatte e molto pruriginose, oltre che numerose vescicole. L’eczema può manifestarsi su viso, collo, pieghe dei gomiti e delle ginocchia, mani e braccia, ascelle e regioni inguinali. La cute è in genere secca e disidratata e può in alcuni casi ulcerarsi; a causa delle lesioni da prurito si osservano quasi sempre infezioni».

Il medico esperto in omeopatia analizzerà la cute, cercando di capire le sue caratteristiche e prescrivendo un drenaggio specifico per 2 mesi. «Con il termine drenaggio – spiega il dottor Cappello– si intende una disintossicazione degli organi emuntori. La pelle è proprio uno di questi! Si aiuta così l’organismo a ripulirsi, soprattutto nel caso in cui i trattamenti pregressi, oltre a essere stati aggressivi e prolungati nel tempo, si sono rivelati inutili. Con i medicinali omeopatici è possibile non sovraccaricare gli organi e ottenere una maggiore efficacia nel trattamento, anche diminuendo il dosaggio dei farmaci allopatici».

Per quanto riguarda il drenaggio, ecco i consigli del medico in base al tipo di pelle:

- pelle tendenzialmente secca: è consigliato Cedrus libani Macerato Glicerico 1 DH, 30 gocce per via orale 3 volte al giorno 

- pelle umida e grassa: è indicato Ulmus campestris Macerato Glicerico 1 DH, 30 gocce per via orale 3 volte al giorno

- se è presente una componente suppurativa (cioè un’infezione che richiederebbe un’ antibiotico-terapia locale), nel caso in cui si ritenga opportuno un trattamento antibiotico, spesso si affianca a questa prescrizione anche Juglans regia Macerato Glicerico 1 DH, 30 gocce per via orale 3 volte al giorno.
Sarà inoltre importante valutare l’aspetto delle lesioni: 

- Calcarea carbonica 9 CH: per individui con eczema sul capo e particolarmente freddolosi (5 granuli mattino e sera) 

- Natrum muriaticum 7 CH: quando l’eczema si localizza all’attaccatura dei capelli (5 granuli mattino e sera)

- Graphites 7 CH: per lesioni con secrezione mielosa e croste localizzate in corrispondenza delle pieghe, cioè dietro orecchie, gomiti, ginocchio o inguine (7 granuli mattino e sera).

- Nitricum acidum 5 CH: per la persona che presenta lesioni con tagli talvolta sanguinanti (5 granuli 3 volte al giorno). 

«A livello locale – spiega Cappello – può essere utile un unguento a base di Calendula officinalis TM, Benzoe TM, Phytolacca decandra TM, Bryonia TM e Acidum boricum,da applicare localmente 2 o 3 volte al giorno sulla cute detersa, ma non nei bambini di età inferiore ai tre anni, per la presenza di acido borico».
Prurito intenso, pelle secca, punteggiata di croste, arrossata: la dermatite atopica è un problema diffuso soprattutto nell'infanzia, al punto che 1 bambino su 2 sotto i 5 anni ne è colpito, in forma più o meno grave e visibile. Nella maggior parte dei casi si tende a prescrivere medicinali allopatici quali cortisonici (topici o per via orale), antistaminici e, nel caso di sovrainfezioni, antibiotici. Come ricorda il medico, limitarsi a somministrare queste terapie in modo continuativo e massiccio, non permette però di agire sulle cause più profonde del problema. 

La terapia omeopatica presenta numerosi vantaggi, non da ultimo quello di non sospendere l’assunzione dei farmaci allopatici, laddove necessario, ma almeno di ricorrervi con un dosaggio ridotto. Oltre a non presentare generalmente effetti collaterali, i medicinali omeopatici sono facili da somministrare anche ai bambini. 

«Se il bambino è piccolo, entro l’anno/l’anno e mezzo - spiega l'esperto – prescrivo Viola tricolor 5 CH, nella posologia di 3 granuli da somministrare 3 volte al giorno. Nel bambino più grande e nell’adulto consiglio Graphites 5 CH, 5 granuli 3 volte al giorno. Per applicazioni locali è indicato un unguento a base di Calendula officinalis, Hypericum perforatum e Achillea millefolium, da applicare localmente sulle zone interessate, 1-2 volte al giorno. 

Il 70% dei casi di eczemi è rappresentato da dermatiti da contatto. In questi casi – spiega Ruggero Cappello - un medicinale omeopatico a base di petrolio bianco è molto utle, soprattutto in caso di peggioramento della sintomatologia durante l’inverno. Lo prescrivo in diluizione 5 CH, 5 granuli da assumere 3 volte al giorno». 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Dossier Boiron

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
2.67 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti